Sostenibilità

Mobilità, cosa ha deciso l’Ue sulle emissioni dei camion

camion

Ecco cosa hanno deciso il Parlamento europeo e il Consiglio sulle emissioni dei camion al 2030

Il Parlamento europeo e il Consiglio europeo hanno raggiunto un accordo  le emissioni dei nuovi camion dovranno essere inferiori del 30% nel 2030 rispetto alle emissioni del 2019. L’intesa è provvisoria, ma è un importante passo avanti: per la prima volta nell’Ue vengono stabilite norme rigorose in materia di emissioni di CO2 per i camion.

“Con il primo standard Ue concordato sulle emissioni per i camion stiamo completando il quadro legale per raggiungere l’obiettivo europeo di ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 40% entro il 2030. Il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo ambizioso ed equilibrato. I nuovi obiettivi e incentivi aiuteranno ad affrontare le emissioni, oltre a portare risparmi di carburante agli operatori dei trasporti e un’aria più pulita per tutti gli europei. Per l’industria Ue questa è un’opportunità per abbracciare l’innovazione verso la mobilità a emissioni zero e rafforzare ulteriormente la sua leadership globale sui veicoli puliti”, ha commentato il commissario per l’Azione climatica e l’Energia Miguel Arias Cañete.

Ora  il testo del regolamento dovrà essere formalmente approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio. Solo dopo sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione e entrerà immediatamente in vigore.