Energie del futuro

Nord Stream 2 costruito per l’81%

Il gasdotto fornirà circa 55 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno dalla Russia alla Germania

Il gasdotto Nord Stream 2 è alle sue battute finali. L’infrastruttura, fanno sapere da Gazprom, è stata costruita per l’81%.

COSTRUITO PER L’81%

“La costruzione del gasdotto Nord Stream 2 prosegue. Ormai, 1.989 chilometri del gasdotto sono stati posati lungo il fondo del Mar Baltico: circa l’81 per cento della sua lunghezza totale”, si afferma nella nota diffusa dall’ufficio stampa dell’azienda russa di energia.

IL GASDOTTO

Facciamo un passo indietro. L’infrastruttura che dovrebbe collegare Russia e Germania, bypassando i paesi di Visegrad (Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Ungheria), gli Stati baltici e l’Ucraina, in pieno esercizio, fornirà circa 55 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno.

L’accordo sul finanziamento del progetto è stato firmato con Engie (Francia), Omv (Austria), Royal Dutch Shell (Regno Unito-Paesi Bassi), Uniper e Wintershall (Germania). Se completato, il gasdotto Nord Stream 2 fornirà circa 55 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno dalla Russia alla Germania passando sotto il Mar Baltico, aggirando i paesi di Visegrad (Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Ungheria–V4), gli Stati baltici e l’Ucraina, che dunque contestano il progetto.