Fact checking e fake news

Nucleare, in calo nel 2019 ma trend in crescita dal 2011. Il report Aiea

USa

L’Aiea ha attribuito il calo del 2019 alla “decisione del Giappone di chiudere definitivamente cinque reattori che non avevano generato elettricità dal 2011”.

La capacità di generazione nucleare globale era pari a 391,1 GW al 31 dicembre 2019, con 443 reattori operativi in ​​30 paesi, un calo di 4,5 GW rispetto ai 386,6 GW registrati alla fine del 2018. È quanto emerge dai dati dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea).

IL CALO DOVUTO ALLE DECISIONI DEL GIAPPONE

I dati sono stati compilati nel rapporto annuale sullo stato dell’energia nucleare dell’Aiea, raccolto dal suo sistema di informazione sui reattori, o PRIS, il “database di energia nucleare più completo al mondo”, ha affermato l’agenzia.

L’Aiea ha attribuito il calo alla “decisione del Giappone di chiudere definitivamente cinque reattori che non avevano generato elettricità dal 2011”.

A FINE 2019 54 REATTORI IN COSTRUZIONE

Alla fine del 2019, oltre 57,4 GW di capacità, o 54 reattori, erano in costruzione in 19 paesi, inclusi quattro che stavano costruendo il loro primo reattore, ha affermato l’agenzia.

ASIA AL TOP

“Le prospettive di crescita della capacità a breve e lungo termine sono centrate in Asia”, ha affermato l’Aiea aggiungendo che a fine del 2019, complessivamente, circa 36,5 GW, o 35 reattori, erano in costruzione in Asia.

DAL 2011 TREND IN CRESCITA GRADUALE

L’agenzia ha comunque osservato nel suo rapporto che “la capacità di energia nucleare dal 2011 ha mostrato una tendenza alla crescita graduale”, tra cui 23,2 GW di nuova capacità “aggiunta dalla connessione di nuove unità alla rete o da aggiornamenti ai reattori esistenti”.

NEL 2019 GENERATO IL 10% DEL MIX ENERGETICO GLOBALE CON IL NUCLEARE

In totale sono stati circa 2.586 i TWh generati dall’energia nucleare nel 2019, circa il 10% del mix di elettricità globale e circa il 33,3% del mix di energia “a basse emissioni di carbonio” a livello globale, ha riferito l’Aiea.

Nel 2019, sei nuovi reattori ad acqua pressurizzata sono stati collegati alla rete, “registrando ulteriori 5.174 MW di capacità nucleare”, ha detto l’agenzia, rilevando che “oltre il 77% di questa nuova capacità è stata aggiunta in Asia”, di cui due unità in Cina.