skip to Main Content

Delivery, anche Ocado punta sull’elettrico

Ocado

Il capo di Ocado Zoom ha parlato di “un passo importante in quella che spero sarà una rapida espansione della nostra flotta a emissioni nulle”

Ocado Zoom, il servizio per la consegna a domicilio della spesa offerto dall’azienda britannica Ocado Group, sta sperimentando l’utilizzo di veicoli elettrici, anche a pedalata assistita. L’iniziativa potrebbe aiutare la società a raggiungere l’obiettivo di azzeramento delle emissioni nette di anidride carbonica entro il 2035.

LA CRESCITA DEI SERVIZI DI DELIVERY

I servizi per fare la spesa online e per la consegna a domicilio sono diventati particolarmente popolari in questi mesi di pandemia, viste le restrizioni agli spostamenti introdotte dai governi per contenere la diffusione dei contagi. Nel quarto trimestre del 2020 Ocado ha registrato una crescita dei ricavi del 35 per cento; nel complesso, l’anno scorso il valore delle azioni della società è più che raddoppiato.

“UN PASSO IMPORTANTE”

La sperimentazione dei veicoli elettrici è iniziata a fine gennaio nel sito di Ocado ad Acton, nella parte occidentale di Londra. A detta dell’azienda, la risposta iniziale dei clienti sarebbe stata molto positivo.

Il capo di Ocado Zoom, George Dean, ha parlato di “un passo importante in quella che spero sarà una rapida espansione della nostra flotta a emissioni nulle”.

I veicoli possono viaggiare per una sessantina di chilometri grazie alle capacità di refrigerazione di cui sono dotati. Un numero maggiore di consegne effettuabili nello stesso giorno permetterà di aumentare l’efficienza del servizio. Il tempo medio di consegna è di 40 minuti.

ANCHE UBER PUNTA SULL’ELETTRICO

Di recente, anche la società statunitense di trasporto privato Uber aveva fatto sapere che avrebbe ampliato l’opzione di trasporto su veicoli elettrici o ibridi in oltre 1400 città in America del nord.

Marco Dell'Aguzzo

Giornalista, si occupa di esteri, energia e geopolitica, con un’attenzione particolare per il Messico e il Canada.

Scrive su “Energia Oltre”, oltre a collaborare con “IL – Il maschile del Sole 24 ORE”, “Aspenia online”, “Start Magazine” ed “eastwest”. A volte è ospite a Radio3 Mondo (Rai Radio 3).

Su Twitter è @marcodellaguzzo.

Back To Top