Fact checking e fake news

Tap: Al via i flussi gas, Potì smentisce ma Snam conferma

tap

Secondo il sindaco di Melendugno il gas non sarebbe transitato su Tap, ma Snam pubblica un video e i dati sui flussi gas

Dal 31 dicembre il gas proveniente dall’Azerbaijan è iniziato a fluire lungo il gasdotto Tap, il Trans Adriatic Pipeline, verso l’Europa. Le prime molecole di gas hanno raggiunto in giornata sia la Grecia e la Bulgaria, attraverso il punto di interconnessione con la rete DESFA a Nea Mesimvria, sia l’Italia, attraverso il punto di interconnessione tra TAP e Snam Rete Gas (SRG) a Melendugno.

COS’È TAP

La capacità del Tap è di circa 10 miliardi di metri cubi di gas e rappresenta una valida alternativa alle altre forniture destinate all’Europa. Il gas è ritirato da Enel, Edison ed Hera che hanno sottoscritto dei contratti a lungo termine. Nonostante l’avvio dell’opera che ha suscitato molte polemiche in Puglia e non solo, proseguono i contrasti tra il comune di Melendugno e la compagnia che gestisce il gasdotto.

POTI’: ANCORA NESSUN GAS TRANSITATO AL 31/12

In questi giorni proprio il sindaco Marco Potì ha scritto alle redazioni per smentire l’afflusso di gas: “Non corrisponde al vero che al 31/12/2020 sia transitato il gas nelle condutture di tap e fino alla rete nazionale dei gasdotti solo per il semplice fatto che non risulta completato, verificato né collaudato il tratto di gasdotto di competenza Snam da Melendugno fino a Mesagne (Brindisi).” E ancora “non corrisponde al vero che il Comune di Melendugno (…) abbia accettato somme a titolo di ristoro”. Infine “Non deriverà (dall’opera, ndr) alcun risparmio nelle bollette del gas per gli utenti italiani”. (QUI IL DOCUMENTO)

SNAM SMENTISCE CON UN VIDEO E I DATI DEI FLUSSI

Snam, tuttavia, ha diffuso un video che dimostra l’avvio dell’interconnessione con Tap (SOTTO IL VIDEO) e diffuso i dati i bilanciamento del sistema gas italiano che comprendono anche i flussi presso Melendugno. (QUI I DATI)