Fact checking e fake news

Terna: Ecco di quanto sono aumentati i consumi elettrici in Italia a maggio

energia

Ancora in forte crescita la produzione idroelettrica, in flessione le altre fonti rinnovabili

A maggio la domanda di elettricità in Italia è stata di 26 miliardi di kWh, in aumento dell’1,3% rispetto ai volumi dello stesso mese del 2017. È quanto rileva Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, precisando che quest’anno il mese di maggio ha avuto lo stesso numero di giorni lavorativi (22) e una temperatura media mensile sostanzialmente in linea a quella del maggio 2017.

NEI PRIMI CINQUE MESI DEL 2018 DOMANDA IN CRESCITA DELL’1,6%

TernaLa domanda dei primi cinque mesi del 2018, pari a 131,6 miliardi di kWh, è in crescita dell’1,6% rispetto al corrispondente periodo del 2017. A parità di calendario il valore è +1,5%. A livello territoriale, la variazione tendenziale di maggio 2018 è stata positiva al Nord (+2,1%) e al Sud (+0,4%) e nulla al Centro. In termini congiunturali, il valore destagionalizzato della domanda elettrica di maggio 2018 ha fatto registrare una variazione positiva rispetto al mese precedente (+0,4%). Il profilo del trend si mantiene su un andamento stazionario.

L’IMPORT DALL’ESTERO È STATO PARI AL 12,7%, ANCORA IN FORTE AUMENO LA PRODUZIONE IDROELETTRICA

La domanda di energia elettrica di maggio è stata soddisfatta per l’87,3% con produzione nazionale e per la quota restante (12,7%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (22,9 miliardi di kWh) è cresciuta dell’1,1% rispetto a maggio 2017. In forte aumento la fonte di produzione idrica (+69,7%), in flessione le altre (geotermica -0,4%; termica -12,3%; fotovoltaica -13,6%; eolica -28%).