skip to Main Content

Transizione energetica: a che punto siamo?

Transizione Energetica Ue

I risultati del rapporto sulla transizione energetica del World economic forum

La transizione energetica, lo abbiamo detto più volte, è già in atto. Più rinnovabili e gas e meno petrolio e (soprattutto) carbone. I cambaimenti, però, non sono così veloci come qualcuno immagina e spera. A lanciare l’allarme è un rapporto sul tema del World economic forum, secondo cui i sistemi energetici mondiali sono diventati meno disponibili e non sono più sostenibili a livello ambientale di quanto non fossero 5 anni fa. Insomma, la transizione energetica è in “stallo”.

I PAESI VIRTUOSI

Il rapporto presenza anche una classifica dei Paesi più virtuosi in tema di transizione energetica. A fare davvero bene è la Svezia che raggiunge un punteggio di  74,3% (l’indice è il risultato di più fattori tra cui una valutazione su preparazione alla transizione), seguita dalla Norvegia con il 73,4%. Terzo posto per la Finlandia con il 73%.

ITALIA SOLO VENTINOVESIMA

Male l’Italia che nella classifica si piazza solo ventinovesima con il 62%: il nostro Paese è ventesimo con il 70% sul fronte delle performance di sistema e  trentaseiesimo con il 54% sulla preparazione alla transizione.

LO STALLO

In generale, come denuncia il rapporto, la media dell’indice di performance è aumentata progressivamente dal 2014, fatta eccezione per lo scorso anno, che ha subito un arresto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Gyc

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore