skip to Main Content

Tutte le ambizioni della cinese Sinopec sul gas naturale

Consumi

La cinese Sinopec farà affidamento al gas naturale nel suo percorso di decarbonizzazione

La cinese Sinopec punta sul gas naturale e spera in un aumento record della produzione entro il 2025. La società si concentrerà sullo sfruttamento delle risorse di gas nel bacino del Sichuan nel sud-ovest e di Erdos nel nord della Cina. Tutti i dettagli.

GLI OBIETTIVI

Partiamo dalle ambizioni. La major statale del petrolio, Sinopec, intende aumentare la sua produzione nazionale di gas naturale del 60% rispetto al 2020, a 48 miliardi di metri cubi (bcm) entro il 2025. Aumentando la quota di gas, a discapito del petrolio, l’azienda punta a raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050. La società, inoltre, sull’idrogeno come carburante per i trasporti.

COSA FARA’ SINOPEC

Per raggiungere i propri obiettivi, la major si concentrerà sullo sfruttamento delle risorse di gas nel bacino del Sichuan nel sud-ovest e di Erdos nel nord della Cina, ha detto Zhu Xueqian, uno specialista del gas con il Petroleum Exploration and Development Research Institute, a un seminario del settore. La società, scrive Reuters, mira a produrre 13 miliardi di metri cubi di gas di scisto dal bacino del Sichuan entro il 2025, il che rappresenterebbe quasi il 30% della sua produzione totale di gas, ha affermato Zhu.

 AUMENTO DEI TERMINALI GNL

Non solo. Sinopec aumenterà la sua capacità di ricezione di GNL espandendo i terminali esistenti a Tianjin, Qingdao e Beihai e costruendone di nuovi a Longkou nella provincia di Shandong e Liuhe nello Zhejiang, ha affermato. La società ha intenzione di gestire più di 30 terminali GNL in grado di gestire quasi 200 milioni di tonnellate di gas super-raffreddato importato. Una cifra che, se raggiunta, sarebbe di più del doppio dell’attuale capacità di importazione totale cinese di GNL di 96 milioni di tonnellate, come riportato dal Chongqing Oil and Gas Exchange, finanziato dallo stato.

live
Back To Top