Territori

Perchè New York fa causa ai big del petrolio

New York

La città di New York, ha deciso di fare causa alle cinque grandi compagnie petrolifere Exxon, Bp, Chevron, Royal Dutch e Shell per favorire i piani di tutela dei cittadini contro i cambiamenti climatici

 

La città di New York ha citato in giudizio cinque grandi compagnie petrolifere aggiungendosi ai comuni statunitensi che tentano di continuare la battaglia contro il riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici, decidendo anche di cancellare gli investimenti dei propri fondi pensione nelle società di petrolio e gas, che ammonterebbero a circa cinque miliardi di dollari.

New YorkLa Grande Mela si unisce così a un movimento nato circa sei anni fa, che ha già portato numerosi investitori istituzionali mondiali – quali Washington D.C., Berlino e Città del Capo – a disinvestire dal settore fossile.

I destinatari di queste misure sono i gruppi Exxon, Bp, Chevron, Royal Dutch e Shell, grandi proprietari delle più grandi società di combustibili fossili. Il sindaco della Grande Mela, Bill de Blasio, ha dichiarato che la città “si schiera a fianco delle generazioni future e libera i suoi fondi pensione dai combustibili fossili. Allo stesso tempo, portiamo la lotta contro il cambiamento climatico direttamente alle porte delle società di combustibili che conoscono i suoi effetti e intenzionalmente ingannano il pubblico per proteggere i loro profitti. Mentre il cambiamento climatico continua a peggiorare, spetta alle aziende la cui avidità ci ha messo in questa posizione sostenere il costo di rendere New York più sicura e più resistente“.

Nel frattempo, la città di New York cerca di ottenere per vie legali miliardi di danni per utilizzarli al fine di attuare piani di miglioramenti infrastrutturali per la tutela dei newyorkesi dagli effetti dei cambiamenti climatici come, ad esempio, il piano implementato dal Comune (del valore di 20 miliardi totale) per proteggere la città dall’innalzamento del livello del mare e dalle condizioni meteorologiche estreme.