Efficienza energetica e innovazione

Smart city, la città del futuro è alimentata con sole e vento

smart city

Lavori intrapresi nel 2006 per creare la prima smart city rinnovabile e intelligente, situata nel Mar Rosso a cavallo di tre continenti

 

Si chiama Neom, è una mega città del futuro presentata dal principe Mohammed Bin Salman al forumFuture Investment Initiative“, e sarà alimentata esclusivamente da sole e vento , automatizzata e intelligente. Secondo il principe, la città varrà oltre 500 miliardi di dollari e sarà importante snodo industriale e commerciale per energia, biotecnologie, intelligenza artificiale, intrattenimento e alimentazione.

Secondo i piani, la città sarà realizzata entro il 2030, dotata di trasporto a guida automatica e droni, con connessione internet wifi ad alta velocità lungo tutto il territorio. Secondo il Fondo d’investimento pubblico dell’Arabia Saudita, proprietario del progetto, sarà la destinazione più efficiente in tutto il mondo e tutti i suoi processi saranno automatizzati. Nonostante la paternità del Fondo, non sarà subordinata alla struttura governativa saudita, anche se la sovranità è prevista sita in Riyad – e godrà di tassazione personalizzata, legislazione creata appositamente per la nuova città e sistema giudiziario innovativo. Probabilmente vorrà essere quotata in borsa dopo il 2030 o anche prima.

La Città nasce sulle coste del Mar Rosso, tra Giordania ed Egitto, e si estenderà per 26.000 chilometri quadrati. Sarà, a quanto dice il principe, “un hub globale che collegherà Asia, Europa e Africa, consentendo al 70% per la popolazione mondiale di raggiungerla in appena otto ore”.

I lavori sono già iniziati nel 2006 ma è stato completato appena il 5% del totale degli edifici programmati, con una spesa di 20 miliardi di dollari e 300 abitanti già vivono lì. Unica nota negativa, attualmente, è dovuta alla complessità tecnologica che rende la realizzazione e il completamento del progetto sempre più difficile, di anno in anno

“L’accento su questi settori – ha spiegato il principe durante la presentazione – stimolerà lo sviluppo e la diversificazione economica, alimentando l’innovazione e la produzione internazionale, per guidare l’industria locale, creare nuovi posti di lavoro e far crescere il PIL nel Regno”.

 

 

Giovanni Malaspina

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>