Efficienza energetica e innovazione

Snam e Baker Hughes alleate sui carburanti per i veicoli pesanti

snam

Secondo il Financial Times il Gnl garantirebbe subito una riduzione delle emissioni e un miglioramento della qualità dell’aria

Snam e l’americana Baker Hughes, controllata di General Electric, uniranno le forze per realizzare quattro impianti di micro-liquefazione di gas naturale e biometano in Italia, da utilizzare come carburante per i veicoli pesanti. Lo scrive il Financial Times nell’edizione online, specificando che si tratta di uno dei primi impianti del suo genere in Europa e prevede un investimento fino a 80 milioni di euro per arrivare a un output di 140 mila tonnellate di Gnl all’anno.

PRODUZIONE AFFIDATA A UN IMPIANTO SMALL-SCALE

“L’accordo – scrive Ft – fa parte di una crescente spinta all’uso del gas naturale come carburante per i trasporti in tutta Europa”. Gli impianti “trasformeranno il gas naturale proveniente da gasdotti in 140 mila tonnellate di Gnl all’anno grazie a uno dei primi impianti di liquefazione su piccola scala costruiti appositamente per l’uso riguardante i trasporti”. Il progetto nasce dopo la messa in stato d’accusa del diesel per “il suo scarso impatto ambientale” e l’utilizzo sempre più massiccio dell’elettricità per i veicoli leggeri e le automobili: “I produttori di autocarri più grandi stanno cercando alternative nella transizione verso carburanti più puliti”, ha sottolineato il quotidiano secondo il quale il progetto di Snam e Baker Hughes individuerebbe nel gas la soluzione grazie alla sua capacità di ridurre le emissioni e migliorare la qualità dell’aria.

GAS UNICA ALTERNATIVA IMMEDIATAMENTE DISPONIBILE AL GASOLIO

“Il gas naturale è l’unica alternativa al gasolio che è possibile acquistare e utilizzare immediatamente”, ha dichiarato Erik Postma, responsabile degli affari tecnici e normativi del gruppo Natural Gas Vehicle Association Europe (Ngva) a Ft. Per la Ngva in Europa vi sono 1,3 milioni di veicoli a gas naturale, di cui solo 3.000 autocarri per il trasporto di Gnl. L’Italia utilizza da tempo il GNC nei veicoli, ma i camion GNL sono più comuni nel Regno Unito, nei Paesi Bassi e in Spagna. Nel frattempo, le vendite di camion per il trasporto di gas naturale liquefatto sono aumentate in Cina, dopo che il governo ha imposto limiti ai veicoli diesel come parte di una strategia antinquinamento. Gli impianti di Baker Hughes e Snam liquefaranno anche biometano, dai rifiuti, per creare una forma più pulita di GNL noto anche come “biogas”.

BRUXELLES VUOLE TAGLIARE DEL 30% LE EMISSIONI DEGLI AUTOMEZZI PESANTI ENTRO IL 2030

La settimana scorsa la Commissione europea ha presentato un piano per ridurre del 30 per cento le emissioni degli automezzi pesanti entro il 2030. Finora i governi non hanno posto limiti alle emissioni di CO2 prodotte dagli autocarri, che rappresentano un quarto di tutte le emissioni del trasporto stradale europeo. La decisione di Bruxelles è arrivata dopo il report dell’Aie dello scorso anno che puntava l’indice contro i governi colpevoli di non essere riusciti a regolamentare adeguatamente i veicoli commerciali pesanti, rimanendo indietro rispetto a quanto accaduto con le automobili sotto il profilo dell’efficienza e delle emissioni.