Territori

Agsm, altolà della Lega ad ogni ipotesi di accordo tra Agsm e A2A

Agsm

Si spacca la maggioranza ed esplodono gli attacchi delle minoranze. Le opposizioni: Sboarina si dimetta

“L’altolà della Lega ad ogni ipotesi di accordo tra Agsm e A2A spacca la maggioranza e fa riesplodere gli attacchi delle minoranze. Il sindaco non commenta, ma gli sfugge una battuta ironica: ‘Dico una cosa sola: Amen’. Facendo sorridere chi sa come proprio Amen sia il nome del bar davanti al quale erano riuniti l’altro giorno i leghisti per lanciare il loro ultimatum”. È quanto riporta il Corriere di Verona aggiungendo che “intanto i fedelissimi di Sboarina fanno quadrato”.

LA MAGGIORANZA

“L’assessore e senatore di Fratelli d’Italia, Stefano Bertacco, si dice ‘basito per le dichiarazioni dell’assessore Zavarise. Il suo massimo contributo a tutte le urgenze di questo periodo – aggiunge – è di far contenta una manciata di esercenti con quattro tavolini in più: un’azione senz’altro utile ma che certo non dà alla città quello strumento fondamentale per la crescita internazionale di cui ci sarebbe bisogno’. Daniele Perbellini, capogruppo Battiti sostiene che ‘si sta parlando del nulla, perché su Agsm Aim e A2A sta succedendo esattamente ciò che tutto il centrodestra chiede: valutare con Vicenza il miglior partner industriale che verrà fuori dalle offerte ricevute dal mercato. Oggi parlare non serve a nulla, – aggiunge – vedremo quali proposte arriveranno e poi sarà il consiglio comunale a decidere, ed è lì che ognuno potrà dire la sua con le carte in mano. Quindi a cosa servono gli avvertimenti sui giornali?’”, si legge sul quotidiano.

“Secondo Stefano Bianchini, capogruppo di Forza Italia, ‘per le aggregazioni di Agsm, si deve stare molto attenti perché servono a creare benessere attraverso gli asset strategici. Ci hanno detto in tutti i modi – aggiunge – che stanno raccogliendo le offerte di mercato per trovare la soluzione più conveniente, e credo che tutti debbano lavorare con lo stesso obiettivo’”.

L’OPPOSIZIONE

“Le opposizioni, da parte loro, si scatenano. Secondo l’ex sindaco Flavio Tosi ‘Sboarina su Agsm è stato sfiduciato pubblicamente dal suo assessore Zavarise, quindi di fatto dalla Lega, il partito che controlla la maggioranza in Comune, e se Sboarina avesse un po’ di dignità politica si dimetterebbe. Lo stesso Zavarise – aggiunge – si era detto contrariato anche della militarizzazione serale della città contro i giovani della movida e gli esercenti, ma l’affare Agsm-A2A è la bandiera politica del sindaco e se la Lega lo stoppa si pone una questione politica’”, ha concluso il quotidiano.