Territori

Algeria: Via libera alla nuova legge sull’energia

Algeria

L’Algeria cerca di rilanciare il settore chiave del petrolio e del gas aprendo agli investitori esteri.

La Camera alta del parlamento algerino ha approvato ieri la nuova legge sull’energia del Paese volta a rilanciare il settore chiave del petrolio e del gas rendendolo più attraente per gli investitori. Il Parlamento ha inoltre approvato il bilancio 2020, che contiene anche riforme per aprire gli altri settori dell’economia a una maggioranza di proprietà straniera.

LA LEGGE COME RIMEDIO AL CALO DELLE ENTRATE STATALI

I due atti legislativi mirano a contrastare il calo delle entrate energetiche e arrivano in un momento di sconvolgimento politico in Algeria, dove le proteste di massa hanno scosso l’elite al potere. Enormi manifestazioni da febbraio hanno contribuito alla fine del governo del presidente Abdelaziz Bouteflika lo scorso aprile e le elezioni sono previste per il 12 dicembre per nominare un successore del presidente ad interim Abdelkader Bensalah.

PARTNER STRANIERI LONTANI NEGLI ULTIMI ANNI, TROPPA BUROCRAZIA

Il progetto di legge di bilancio deve essere approvato dal presidente, ma non è chiaro se Bensalah aspetterà fino a dopo le elezioni. La legge sull’energia entrerà in vigore una volta pubblicata nella Gazzetta ufficiale. I partner stranieri della compagnia energetica statale Sonatrach sono rimasti lontani negli ultimi anni, lamentando l’eccessiva burocrazia e condizioni contrattuali poco attraenti.