Efficienza energetica e innovazione

Cosa fa Apple su stoccaggio e taglio delle emissioni

apple stoccaggio

Apple ha detto che il suo impianto di stoccaggio aiuterà a scacciare i timori sull’intermittenza delle fonti rinnovabili

L’azienda tecnologica americana Apple ha annunciato che costruirà un impianto per lo stoccaggio di energia rinnovabile tramite batterie in California, nelle vicinanze di un’installazione solare che già fornisce energia a tutte le sue strutture nello stato.

STOCCAGGIO DI 240 MWH

L’impianto permetterà lo stoccaggio di 240 megawattora di energia, una quantità sufficiente ad alimentare oltre settemila abitazioni per una giornata. Verrà realizzato nei pressi del parco solare California Flats, nel sud-est della California, a poco più di 150 chilometri di distanza dalla sede centrale di Apple nella città di Cupertino.

APPLE E LO STOCCAGGIO DI ENERGIA PULITA

Il parco invia 130 megawatt di elettricità alle strutture di Apple in California durante le ore diurne, mentre non invia sufficiente energia durante quelle notturne. Lisa Jackson, vicepresidente della divisione di Apple legata alle iniziative ambientali, aveva detto a Reuters di voler costruire uno dei più grandi sistemi di stoccaggio a batterie di tutti gli Stati Uniti.

“Il problema con l’energia pulita – il solare e l’eolico – è che è intermittente per definizione”. Se Apple riuscirà a costruire l’impianto di stoccaggio e “a dimostrare che funziona per noi, [questo] scaccerà i timori sull’intermittenza e aiuterà la rete elettrica dal punto di vista della stabilità. È un qualcosa che può venire imitato […] da altre compagnie”, aveva dichiarato Jackson a Reuters.

CONDIVISIONE DI INFORMAZIONI CON ALTRE AZIENDE

Jackson aveva anche annunciato l’intenzione di Apple di condividere le informazioni raccolte durante la costruzione dell’impianto con altre aziende, ma che era ancora troppo presto per fornire dettagli precisi sulle modalità.

Apple ha già condiviso informazioni con altre società su altri progetti legati a tecnologie per la sostenibilità, come ad esempio uno per la fusione dell’alluminio in Canada e uno su un laboratorio per il riciclo in Texas.

LA DECARBONIZZAZIONE DELLA FILIERA

Apple ha anche fatto sapere che oltre un centinaio dei suoi fornitori sta passando all’utilizzo di energia pulita per alimentare le attività svolte per Apple, per un totale di 8 gigawatt di energia pulita: una quantità che, a detta di Apple, equivale alla rimozione di 3,4 milioni di auto dalla strada.

L’anno scorso Apple aveva detto che settanta dei suoi fornitori avevano ultimato la transizione all’energia pulita. L’azienda ha detto di voler eliminare le emissioni di carbonio dalla propria filiera entro il 2030.