Fact checking e fake news

Arriva il piano strategico: ecco cosa farà Italgas fino al 2025

Italgas

Molto digitale, innovazione e metanizzazione della Sardegna. Confermata la policy dei dividendi

Digitalizzazione delle reti e dei processi aziendali per un investimento complessivo di circa 1 miliardo di euro. Completamento nel 2020 del piano di installazione degli smart meters e di 500 nuove reti digitali. Ma anche 500 milioni di euro per realizzare la metanizzazione in Sardegna, e un piano di investimenti complessivo di 4,5 miliardi di euro (+500 mln, +12,5%) con ulteriori opportunità di investimento per circa 1,9 miliardi di euro per l’acquisizione di reti a seguito di gare d’ambito e relativi capex. È quanto prevede il Piano strategico 2019-2025 di Italgas, approvato dal cda guidato da Alberto dell’Acqua e presentato dall’amministratore delegato Paolo Gallo ad analisti ed imprenditori nel corso di una kermesse a Londra.

UN PIANO ARTICOLATO SU QUATTRO DIRETTRICI

servizi- italgasIl nuovo Piano si articola su quattro direttrici: (i) innovazione e trasformazione digitale della Società attraverso la digitalizzazione degli asset e dei processi e lo sviluppo delle competenze digitali per tutto il personale, (ii) realizzazione della rete di distribuzione di gas naturale in Sardegna, (iii) nuove operazioni di M&A e (iv) ulteriore crescita organica, in termini di estensione della rete e di PdR serviti.

UN MILIARDO PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Del complessivo piano investimenti, circa 1 miliardo di euro sarà impiegato per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, compreso il completamento del piano di installazione dei contatori di ultima generazione (smart meters) nel 2020, in anticipo rispetto ai termini previsti dal Regolatore. Oltre la metà (540 milioni) della somma destinata all’innovazione è rivolta alla digitalizzazione degli asset e dei processi in particolare per la sostituzione di 5.300 impianti intermedi di regolazione della pressione (GRF e IRI) con altrettanti dispositivi digitali e l’upgrade di altri 2.000 impianti analoghi. Circa 70 milioni di euro sono complessivamente previsti per le nuove attività della Digital Factory e per lo sviluppo di nuove applicazioni di Machine Learning, data analysis e augmented reality.

ALLA METANIZZAZIONE DELLA SARDEGNA 500 MILIONI DI EURO

Circa 500 milioni di euro (+11% rispetto al precedente Piano) sono assegnati alla prosecuzione del piano di realizzazione della rete di distribuzione del gas naturale in Sardegna, dove il Gruppo ha assunto il ruolo di principale operatore acquisendo la gestione di circa un terzo dei bacini d’utenza in cui l’isola è suddivisa e la gestione del servizio in tutti i capoluoghi di provincia. 350 milioni di euro saranno impiegati per la crescita per linee esterne attraverso operazioni di M&A e i correlati investimenti tecnici. I target fissati nel precedente Piano sono stati raggiunti con l’acquisizione di un network corrispondente a 4.600 chilometri di reti e 190 mila PdR per un enterprise value di 335 milioni di euro e una RAB complessiva di 315 milioni di euro. I nuovi obiettivi prevedono acquisizioni per ulteriori 160 mila PdR di cui 60 mila nel 2019.

STANZIATI 2,1 MILIARDI PER IL MIGLIORAMENTO DEL NETWORK

Ulteriori 350 milioni di euro sono gli investimenti previsti da Toscana Energia, “società che prevediamo di consolidare durante il periodo di Piano. Toscana Energia è titolare di 104 concessioni per la distribuzione del gas naturale, gestisce una rete di circa 8 mila chilometri e serve 790 mila PdR. Infine 2,1 miliardi sono destinati alle attività di sviluppo e miglioramento del network, comprendendo anche gli interventi di sostituzione delle condotte in ghisa e l’ammodernamento delle reti totalmente ammortizzate.

POLITICA DEI DIVIDENDI: ITALGAS CONFERMA LA POLICY

Italgas si impegna a garantire agli Azionisti una politica dei dividenti attrattiva, in crescita e sostenibile. In tal senso, la Società conferma la policy annunciata lo scorso anno che prevede fino all’esercizio 2020 la distribuzione di un dividendo pari al più alto tra (i) l’importo risultante dal 2017 (0,208 euro) incrementato del 4% annuo e (ii) il DPS equivalente al 60% dell’utile netto consolidato per azione. L’applicazione di tale politica per l’esercizio 2018 ha già consentito la distribuzione di un dividendo di 0,234 euro , in crescita del 12,5% rispetto all’anno precedente.

GALLO: ALLA FINE DI QUESTO LUNGO CAMMINO ITALGAS AVRÀ UNA DELLE RETI PIÙ TECNOLOGICAMENTE AVANZATE

“Questo piano ha come focus principale la trasformazione digitale dell’azienda – ha commentato l’ad Paolo Gallo -. L’innovazione, che sta contaminando il nostro settore, creerà due categorie di aziende: quelle di frontiera, ed i follower. Italgas oggi è leader per storia e dimensione, domani, grazie agli investimenti nel digitale, diventerà “società di frontiera”, leader a livello europeo. Alla fine di questo lungo cammino Italgas avrà una delle reti più tecnologicamente avanzate, con l’applicazione di soluzioni digitali all’avanguardia. Le partnership recentemente concluse con importanti player di livello mondiale, negli USA con Picarro, in Cina con State Grid Corporation of China e in Grecia con Eda Thess sono il riconoscimento internazionale della bontà del cammino intrapreso.4,5 miliardi di euro di investimenti, in aumento del 12,5% rispetto al precedente Piano,opportunità di investire ulteriori 1,9 miliardi di euro per le gare d’ambito: questi numeri posizionano Italgas tra le principali realtà industriali del Paese che creano valore per le comunità in cui operano e per gli investitori. Alla luce dei risultati conseguiti negli anni scorsi e delle attività di crescita e sviluppo intraprese, questo Piano rivede al rialzo tutti i principali target con la conferma dell’attuale politica dei dividendi che si è dimostrata particolarmente remunerativa per i nostri azionisti come dimostra l’ultimo bilancio, con un dividendo in crescita del 12,5% rispetto all’anno precedente”.