Scenari

Baker Hughes torna al profitto nell’ultimo trimestre del 2020

Baker Hughes

Baker Hughes ha registrato un risultato di 653 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2020, rispetto alla perdita di 170 milioni di dollari del terzo trimestre

Il fornitore di servizi per giacimenti petroliferi Baker Hughes ha registrato il suo primo utile netto trimestrale dal crollo dei prezzi del petrolio a marzo, registrando un risultato di 653 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2020, rispetto alla perdita di 170 milioni di dollari del terzo trimestre.

Sia gli ordini che i ricavi sono aumentati nel quarto trimestre rispetto al trimestre precedente, ha affermato Baker Hughes, sebbene fossero ancora inferiori a quelli del quarto trimestre 2019.

Nel secondo e terzo trimestre del 2020, i principali fornitori di servizi per i giacimenti petroliferi hanno riportato perdite a causa di una domanda significativamente ridotta dei servizi di perforazione, sia in Nord America che a livello internazionale.

PERDITE PER SCHLUMBERGER, HALLIBURTON E BAKER HUGHES NEI PRIMI TRIMESTRI DEL 2020

I tre maggiori fornitori di servizi per i giacimenti petroliferi al mondo – Schlumberger, Halliburton e Baker Hughes – hanno tutti riportato perdite nel terzo trimestre. Tuttavia, tali perdite si sono rivelate significativamente inferiori a quelle registrate nel secondo trimestre, “il trimestre più impegnativo degli ultimi decenni”, come aveva affermato l’amministratore delegato di Schlumberger Olivier Le Peuch. Le perdite sono state inferiori tra luglio e settembre anche grazie ai massicci tagli alle spese e al licenziamento di decine di migliaia di lavoratori.

PRESUPPOSTI PER LA CRESCITA NEL 2022

Nella pubblicazione dei risultati del quarto trimestre, il presidente e amministratore delegato di Baker Hughes Lorenzo Simonelli ha affermato che la società prevede “un ambiente di investimento tiepido per petrolio e gas durante la prima metà del 2021. Tuttavia – ha aggiunto -, prevediamo che i livelli di spesa e attività acquisiranno slancio nel corso dell’anno con il miglioramento del contesto macro, che probabilmente creerà per il settore una crescita più forte nel 2022”.

ANCHE HALLIBURTON TORNA AL PROFITTO NEL QUARTO TRIMESTRE 2020

All’inizio di questa settimana, un altro importante fornitore di servizi per i giacimenti petroliferi, Halliburton aveva riportato un utile netto rettificato per il quarto trimestre del 2020, con entrate del Nord America in aumento del 26% a 1,2 miliardi di dollari.