Efficienza energetica e innovazione

Clima, la Banca Mondiale punta sulle batterie

Stanziato un miliardo di dollari per accelerare gli investimenti nella tecnologia nei paesi in via di sviluppo e a medio reddito.

La Banca Mondiale ha annunciato un’importante spinta a sostegno del battery storage stanziando 1 miliardo di dollari (854 milioni di euro) di fondi per accelerare gli investimenti nella tecnologia nei paesi in via di sviluppo e a medio reddito.

SARANNO MOBILITATI ALTRI 4 MILIARDI DI DOLLARI

Il finanziamento della Banca mondiale dovrebbe mobilitare altri 4 miliardi di dollari per il nuovo programma globale. La banca stessa raccoglierà un altro miliardo di dollari in fondi agevolati per il clima attraverso canali quali il Climate Investment Funds’ Clean Technology Fund (CTF). Altri 3 miliardi di dollari dovrebbero essere raccolti da fondi e investitori pubblici e privati. Il programma ha l’ambizione di finanziare, entro il 2025, 17,5 GWh di batterie per lo stoccaggio segnando un’espansione significativa rispetto ai 4-5 GWh attualmente installati in tutti i paesi in via di sviluppo.

L’IMMAGAZZINAMENTO DI ENERGIA È FONDAMENTALE PER UTILIZZARE PIÙ RINNOVABILI E COMBATTERE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Secondo la Banca mondiale, infatti, che l’immagazzinamento di energia è fondamentale per utilizzare più rinnovabili e quindi per combattere il cambiamento climatico malgrado le batterie siano ancora costose soprattutto per i paesi in via di sviluppo. “Lo stoccaggio di energia tramite batterie può aiutare i paesi a passare alla prossima generazione di tecnologie per la produzione di energia, espandere l’accesso all’elettricità e porre le basi per sistemi energetici molto più puliti, più stabili”, ha detto il presidente del Gruppo della Banca Mondiale Jim Yong Kim.

LA BANCA MONDIALE RIUNIRÀ ANCHE UN GRUPPO DI RIFLESSIONE GLOBALE SULLE BATTERIE PER PROMUOVERE LA COOPERAZIONE TECNOLOGICA E LA FORMAZIONE INTERNAZIONALE

Il programma ridurrà gli investimenti a rischio e finanzierà invece parchi solari utility-scale con sistemi di accumulo, sistemi off-grid, comprese le mini-reti, e batterie stand-alone che possono rafforzare le reti. Sosterrà anche progetti dimostrativi per tecnologie adatte ai paesi in via di sviluppo, come le batterie che durano nel tempo, offrono resistenza a condizioni difficili e ad alte temperature, o hanno bassi rischi ambientali. La Banca mondiale riunirà anche un gruppo di riflessione globale sulle batterie per promuovere la cooperazione tecnologica e la formazione internazionale con l’obiettivo di sviluppare e adattare nuove soluzioni di stoccaggio alle esigenze dei paesi in via di sviluppo.