skip to Main Content

Come l’Oman spinge sull’idrogeno verde con ACME

Idrogeno

Il gruppo ACME costruirà un impianto per la produzione di idrogeno verde ed ammoniaca nella Zona Economica Speciale del porto di Duqm (in Oman). 

L’Oman scommette sull’idrogeno verde. Il gruppo ACME ha annunciato di aver firmato un accordo fondiario, con l’Autorità pubblica per le zone economiche speciali e le zone franche dell’Oman, per avviare un progetto di idrogeno verde ed ammoniaca nella Zona Economica Speciale del porto di Duqm (in Oman).

Il progetto vale 3,5 miliardi di dollari e dovrebbe dare vita ad un impianto integrato che utilizzerà 3 gigawatt di picco (GWp) di energia solare e 0,5 GWp di energia eolica per produrre 2.400 tonnellate al giorno di ammoniaca verde con una produzione annua di circa 0,9 milioni di tonnellate. L’idrogeno verde sarà prodotto utilizzando 5 MWp, espandibili a 10 MWp, dall’impianto solare, che è parte integrante del progetto.

“Questa sarebbe la prima struttura di questa scala ad essere operativa entro il 2022. La struttura è in costruzione per esportare ammoniaca verde verso centri di domanda come l’Europa e l’Asia con un investimento di 3,5 miliardi di dollari”, afferma la nota.

L’accordo, firmato alla presenza di Manoj K Upadhyay, fondatore e presidente di ACME Group, e Ali Masoud Al Sunaidy, presidente dell’Autorità pubblica per le zone economiche speciali e le zone franche, rappresenta lo step successivo al memorandum d’intesa (MoU)  siglato nel marzo di quest’anno, tra The Oman Company for the Development of the Special Economic Zone at Duqm (Tatweer) e ACME Group per creare un impianto su larga scala per la produzione di idrogeno verde e ammoniaca verde.

“La firma dell’accordo di prenotazione del terreno ci consentirà di avviare le attività di pre-costruzione. Abbiamo assunto consulenti ambientali e ingegneri proprietari Black & Veatch e abbiamo in programma di iniziare la costruzione in Oman non appena commissioneremo il nostro primo idrogeno verde e impianto di ammoniaca verde a Bikaner in India. L’impianto in Oman verrebbe sviluppato in fasi e la prima fase dovrebbe essere commissionata entro la fine del 2022”, ha dichiarato Upadhyay.

Back To Top