Fact checking e fake news

Come sfreccia la mobilità sostenibile. I dati di AEA

auto

Diminuiscono le emissioni delle auto immatricolate, grazie anche ad un aumento della quota delle elettriche 

Auto sempre più green. Nel 2020, secondo i dati provvisori dell’AEA, l’Agenzia europea per l’ambiente, le emissioni medie delle nuove autovetture immatricolate nell’Unione europea (UE), Islanda, Norvegia e Regno Unito nel 2020 sono diminuite di quasi 15 grammi di CO 2 per chilometro.

EMISSIONI 2020

Partiamo dai numeri. Le emissioni medie delle nuove autovetture immatricolate sono state di 107,8 grammi di CO 2 per chilometro (g CO 2 / km), ovvero 14,5 g (12%) in meno rispetto al 2019 e ha rappresentato la prima diminuzione osservata dal 2016.

CRESCONO I VEICOLI ELETTRICI

La buona performance è data da un aumento della quota dei veicoli elettrici, con le nuove immatricolazioni passate da circa il 3,5% nel 2019 a circa l’11% delle nuove immatricolazioni nel 2020. Circa 1,4 milioni di nuovi furgoni immatricolati in Europa nel 2020 con emissioni medie di 157,7 g CO 2 /km, ovvero 2,3 g (1,5%) in meno rispetto al 2019. La quota di furgoni elettrici è passata dall’1,4% del 2019 a circa il 2,3% nel 2020.

I TEST SULLE EMISSIONI

Le emissioni dei nuovi veicoli, spiega l’Agenzia europea dell’Ambiente, “sono testate sistematicamente utilizzando procedure di “omologazione”. Dal 2017 è stata messa in atto la nuova procedura di prova dei veicoli leggeri armonizzata a livello mondiale (WLTP) con l’obiettivo di sostituire gradualmente il vecchio ciclo di guida europeo (NEDC). Il WLTP consente di ottenere informazioni più realistiche sulle emissioni dei veicoli nelle prove di omologazione”.