skip to Main Content

Ecco perché la Germania rischia di mancare l’obiettivo 2030 sulle auto elettriche

PNRR Infrastrutture Auto Elettrica Germania

Per raggiungere i 15 milioni di veicoli elettrici, il mercato dovrebbe crescere a un tasso composto di crescita annuale del 35%

A causa della crisi Russia- Ucraina, la Germania potrebbe non riuscire a raggiungere l’obiettivo di 15 milioni di auto elettriche sulle strade entro il 2030. È quanto emerge da un’analisi condotta da GlobalData. L’aumento del numero di veicoli elettrici sulle strade è stato un elemento importante per il modo in cui il Paese avrebbe raggiunto l’obiettivo. La crisi però ha portato il prezzo del nichel – elemento chiave nelle batterie dei veicoli elettrici – ad aumentare del 18% dalla fine del 2021, a oltre 24.000 dollari per tonnellata. Di conseguenza la Germania nei prossimi anni potrebbe vedere una crescita di auto elettriche modesta.

LE EMISSIONI DEI TRASPORTI E I SUSSIDI PER LE AUTO ELETTRICHE

Secondo l’Agenzia tedesca per l’Ambiente, il settore dei trasporti rappresenta il 20% delle emissioni totali di CO2 del Paese. Due dei fattori importanti per l’adozione dei veicoli elettrici sono stati il sussidio del governo e i prezzi delle batterie. Con i prezzi delle batterie destinati ad aumentare e l’incertezza sull’importo del sussidio a partire dal 2023, la Germania potrebbe non raggiungere il suo obiettivo.

Secondo Mohit Prasad, practice head of power di GlobalData, “la Russia è il terzo produttore mondiale di nichel, che è un ingrediente rilevante utilizzato nella produzione di batterie agli ioni di litio. Le batterie sono il componente più importante di un veicolo elettrico. La crisi Ucraina-Russia ha portato i prezzi del nichel ai livelli più alti in un decennio”.

GLI EFFETTI DELLA CRISI SUI PRODUTTORI DI AUTO IN GERMANIA

Le case automobilistiche in Germania sono già state colpite dalla crisi. Volkswagen, che aveva contribuito per oltre il 20% alle vendite di veicoli elettrici del Paese nel 2021, ha sospeso la produzione in due stabilimenti nella Germania orientale perché la crisi ha interrotto le consegne di parti critiche dall’Ucraina occidentale. Se ciò dovesse continuare, anche altri produttori potrebbero sospendere le loro operazioni.

“La Germania – spiega Prasad – ha fissato un obiettivo provvisorio di riduzione del 48,1% delle emissioni di gas serra provenienti dal settore dei trasporti dal livello del 1990 entro il 2030. La crescita del mercato dei veicoli elettrici è importante per questo. Il Paese ha già un milione di auto elettriche che circolano sulle strade: la metà di queste sono auto elettriche a batteria, il resto veicoli elettrici ibridi plug-in.

Per raggiungere l’obiettivo di 15 milioni di soli veicoli elettrici entro il 2030, il mercato dovrebbe crescere a un tasso composto di crescita annuale del 35%. “Considerando le problematiche e i ritardi legati all’approvvigionamento delle materie prime, che saranno ulteriormente amplificati dalla crisi Ucraina-Russia, potremmo aspettarci una crescita contenuta nel settore dei veicoli elettrici, e ciò potrebbe intaccare l’obiettivo preliminare della Germania di ridurre le emissioni di gas serra provenienti dal settore dei trasporti entro il 2030″.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

live
Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore