Territori

Enel, in fiamme la sede della società in Cile

Enel

Enel si è detta rattristata dal grave atto di violenza. Il fatto è avvenuto mentre nella città si svolgevano intense proteste contro l’aumento del costo dei biglietti del trasporto pubblico.

Nella notte un palazzo della compagnia elettrica Enel nel centro di Santiago del Cile è stato evacuato a causa di un violento incendio divampato per cause ancora da chiarire.

PERCHÉ LE PROTESTE

Il fatto è avvenuto durante le proteste in corso nella capitale cilena per l’aumento del prezzo del biglietto dei trasporti pubblici, soprattutto da parte degli studenti delle scuole superiori, contrari all’aumento del 4%.

ENEL: RATTRISTATI DAL GRAVE ATTO DI VIOLENZA

In una dichiarazione raccolta dal Corriere.it la società Enel ha affermato che “verso le 22:00 un gruppo di sconosciuti ha attaccato le scale antincendio del nostro edificio aziendale”. “Enel è rattristata da questo grave atto di violenza”, ha continuato la società aggiungendo che nessuno è rimasto ferito nell’incendio.

AVVERTITA ESPLOSIONE

Secondo quanto riferisce il sito del quotidiano locale La Tercera l’edificio aziendale dell’Enel è situato a Santa Rosa, nel cuore della capitale. Il fuoco si è diffuso attraverso le scale dell’edificio, raggiungendo circa il 12esimo piano. Testimoni avrebbero avvertito un’esplosione prima del verificarsi dell’incendio. Fonti delle autorità municipali hanno riferito tramite Twitter, inoltre, che le fiamme si sarebbero propagate inizialmente nel vano scala e che al momento del verificarsi dell’episodio si trovavano nell’edificio circa quaranta tra impiegati e dirigenti dell’impresa e che tutti sono stati evacuati senza riportare lesioni.