Fact checking e fake news

Ecco quanto ha consumato l’Italia ad agosto

energia

Ancora in aumento la produzione idrica (+13%) ma sono in calo tutte le altre. La domanda dei primi otto mesi del 2018 è comunque in crescita dello 0,3%

Cala la domanda di elettricità in Italia: ad agosto il dato si è attestato a 26,5 miliardi di kWh, in flessione dell’1,1% rispetto allo stesso mese del 2017.

LA DOMANDA DEI PRIMI OTTO MESI DEL 2018, PARI A 215,2 MILIARDI DI KWH, È IN CRESCITA DELLO 0,3%

Quest’anno agosto ha avuto gli stessi giorni lavorativi (22) ma una temperatura media mensile inferiore di 0,7°C rispetto ad agosto del 2017. Depurando il dato dall’effetto temperatura, la variazione della domanda risulta leggermente positiva (+0,1%). La domanda dei primi otto mesi del 2018, pari a 215,2 miliardi di kWh, è in crescita dello 0,3% rispetto al corrispondente periodo del 2017. Rettificando il dato dall’effetto calendario e temperatura la variazione diventa pari a +0,1%.

TENDENZA POSITIVA AL NORD, NEGATIVA A CENTRO E SUD

A livello territoriale, la variazione tendenziale di agosto 2018 è stata positiva al Nord (+1,4%) e negativa al Centro (-2,1%) e al Sud (-4,8%). Il valore destagionalizzato dell’energia elettrica richiesta ad agosto 2018 ha fatto registrare una debole crescita congiunturale rispetto al mese precedente, pari allo 0,4%. Il profilo del trend assume un andamento positivo.

IN AUMENTO LA FONTE DI PRODUZIONE IDRICA (+13%); IN FLESSIONE TUTTE LE ALTRE

Sempre ad agosto la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’89,8% con produzione nazionale e per la quota restante (10,2%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. In dettaglio, la produzione nazionale netta (23,9 miliardi di kWh) è diminuita dell’1,7% rispetto ad agosto del 2017. In aumento la fonte di produzione idrica (+13%); in flessione tutte le altre (geotermica -1,7%; termica -2,8%; fotovoltaica -3,7%; eolica -30,9%).