Sostenibilità

Ecco quanti sono gli impianti fotovoltaici in Italia a fine 2017

fotovoltaico

Oltre 19mila MW che ha prodotto 24,4 TWh di energia. I numeri emergono dal Rapporto Statistico sul Solare Fotovoltaico 2017 pubblicato dal Gse

A fine 2017 risultano in esercizio in Italia 774.014 impianti fotovoltaici, per una potenza installata di 19.682 MW (+414 MW rispetto a fine 2016), che nel 2017 hanno prodotto 24,4 TWh di energia, in notevole aumento rispetto ai 22,1 TWh del 2016 (+10,4%). E’ quanto emerge dal Rapporto Statistico sul Solare Fotovoltaico 2017 pubblicato dal Gse che, accanto alle analisi sull’evoluzione della potenza installata e dell’energia prodotta a livello nazionale, regionale e provinciale, contiene anche approfondimenti su vari aspetti tra cui la diffusione del fotovoltaico nei diversi settori di attività, gli autoconsumi, il rapporto tra produzione, autoconsumi e consumi delle utenze per gli impianti in Scambio sul Posto.

TAGLIA MEDIA DEGLI IMPIANTI PARI A 25,4 KW NEL 2017

rinnovabili termicheGli impianti di piccola taglia (potenza inferiore o uguale a 20 kW) costituiscono oltre il 90% degli impianti totali installati in Italia e rappresentano il 20% della potenza complessiva nazionale. La taglia media degli impianti installati in Italia alla fine del 2017 è pari a 25,4 kW.

NEL SOLO 2017 INSTALLATI CIRCA 44.000 IMPIANTI

Nel solo anno solare 2017 sono stati installati circa 44.000 impianti, la quasi totalità di potenza inferiore ai 200 kW, per una potenza installata complessiva pari a 414 MW. Il numero degli impianti entrati in esercizio nel 2017 è lievemente diminuito rispetto agli impianti entrati in esercizio nel 2016 (-0,8%); la potenza installata invece è aumentata del l’8,2%, fenomeno riconducibile all’installazione di un grande parco fotovoltaico di potenza complessiva di circa 60 MW.

LA MAGGIORE CONCENTRAZIONE DI IMPIANTI SI RILEVA NELLE REGIONI DEL NORD

L’installazione incrementale di impianti fotovoltaici nel 2017 non ha provocato significative variazioni nella relativa distribuzione territoriale, che rimane pressoché invariata rispetto all’anno precedente. La maggiore concentrazione di impianti si rileva nelle regioni del Nord (55% circa del totale), mentre nel Centro è installato circa il 17% e nel Sud il restante 28%. Le regioni che emergono in particolare sono la Lombardia e il Veneto.