Scenari

Il gas di Touat in Algeria pronto per febbraio 2019

Touat è uno dei numerosi nuovi progetti di gas in Algeria che l’azienda di Stato Sonatrach sta portando avanti per compensare il calo di produzione nei suoi campi più vecchi

Il primo gas dal giacimento di Touat in Algeria comincerà ad essere prodotto a partire da febbraio 2019. Ad annunciarlo è stato un funzionario del settore upstream di Sonatrach secondo quanto riferisce S&P Platts.

TOUAT È UNO DEI NUOVI PROGETTI CHE SONATRACH STA PORTANDO AVANTI PER COMPENSARE IL CALO DEI CAMPI PIÙ VECCHI

AlgeriaTouat è uno dei numerosi nuovi progetti di gas in Algeria che l’azienda di Stato sta portando avanti per compensare il calo di produzione nei suoi campi più vecchi ma che ha sofferto in passato di una serie di ritardi operativi e scadenze disattese. Interrogato sui vari annunci e rinvii dell’avvio del progetto, il funzionario di Sonatrach ha confermato che stavolta la data sarà rispettata dopo aver consultato l’appaltatore Tecnicas Reunidas.

I RITARDI NELLA PRODUZIONE DOVUTI PROBLEMI NELLA COSTRUZIONE DELL’IMPIANTO DI PRODUZIONE CENTRALE

L’avvio della produzione di Touat era stato inizialmente previsto per aprile 2018, ma il progetto ha subito ritardi nella costruzione dell’impianto di produzione centrale (CPF). Sonatrach, che coopera con la britannica Neptune Energy, ha dichiarato che i ritardi sono stati causati da un conflitto tra l’impresa edile e i suoi lavoratori. Neptune, che ha rilevato il progetto dalla francese Engie nell’ambito dell’accordo per l’acquisto delle attività upstream della società francese, ha dichiarato a settembre che il progetto è stato completato al 90% e che tutti i pozzi della fase uno sono stati perforati nonostante i problemi con il CPF e le relative infrastrutture del gasdotto.

LE STIME DICONO CHE TOUAT POSSA GENERARE CIRCA 4,5 MILIONI DI METRI CUBI DI GAS ALL’ANNO

Touat si trova nel bacino di Sbaa, a 1.500 km a sud-ovest di Algeri, vicino alla città di Adrar. Si prevede che possa generare una produzione di circa 4,5 milioni di metri cubi di gas all’anno e circa 1.700 barili al giorno di condensa.

IL GAS ALGERINO PRONTO PER LA SPAGNA E IL MAROCCO

Sonatrach sempre a settembre ha già annunciato l’intenzione di incrementare le sue esportazioni di gas in Spagna attraverso l’espansione del gasdotto Medgaz da 8 miliardi di metri cubi l’anno, mantenendo al contempo i rifornimenti attraverso il collegamento GME verso il Marocco. L’Algeria invia gas attraverso i due gasdotti in Spagna – con volumi per un totale di 14,5 miliardi di metri cubi nel 2017 – ma Sonatrach vuole essere in grado di aumentare le esportazioni vista l’intenzione di mettere in produzione una serie di nuovi importanti progetti nel settore gas nei prossimi anni.