skip to Main Content

Gas naturale, ecco perché i prezzi potrebbero raddoppiare – Goldman Sachs

Consumi

Negli Stati Uniti i prezzi del gas naturale potrebbero raddoppiare ancora, avvertono gli analisti di Goldman Sachs indicando la soglia dei 10 dollari

Continuano ad aumentare i prezzi del gas naturale, con prospettive di rialzo negli Stati Uniti anche per questo inverno, con il conseguente aumento delle bollette del riscaldamento invernale per alcuni consumatori e maggiori costi per le utenze elettriche.

Dopo essere raddoppiati da inizio anno, i prezzi del gas naturale potrebbero continuare a salire ancora, sostenendo come avvenuto sinora, le quotazioni in Borsa di società specializzate nella produzione di gas naturale, come EQT, Range Resources, Cabot Oil and Gas e Antero Resources, scrive CNBC.

FUTURE GAS NATURALE SOPRA I 5 DOLLARI

Il future del gas naturale consegna ottobre è salito per la prima volta da febbraio del 2014 sopra la soglia dei 5 dollari per un milione di unità termiche britanniche, o mmBtus.

L’anno scorso durante la pandemia i prezzi del gas naturale in tutto il mondo si erano attestati sui 2 dollari, negli Stati Uniti, in Europa e in Asia, ricorda Jack Fusco, CEO di Cheniere Energy, spiegando che “quando le economie hanno iniziato a riprendersi e i paesi e le aziende di tutto il mondo hanno deciso che il gas naturale era il carburante preferito per la trasmissione di energia pulita, la domanda è salita alle stelle”.

Fusco ha sottolineato che al momento i prezzi per lo stesso gas sono pari a 5 dollari negli Stati Uniti, 20 dollari o più in Europa e in Asia.

GOLDMAN SACHS: PREZZI POTREBBERO SALIRE A 10 DOLLARI

Secondo gli analisti di Goldman Sachs, se quest’anno le temperature invernali si discosteranno dalla media risultando più fredde, probabilmente assisteremo ad un aumento dei prezzi del gas naturale fino a $ 10/mmBtu, livello raggiunto l’ultima volta nel 2008.

A far salire i prezzi la dinamica dell’aumento della domanda e della diminuzione delle scorte. Leon Cooperman, presidente e CEO dell’Omega Family Office, ha detto alla CNBC che “i livelli di stoccaggio sono molto al di sotto delle norme storiche”.

live
Back To Top