Sostenibilità

GM aumenterà gli investimenti nei veicoli elettrici a 27 mld entro il 2025

L’offerta di veicoli elettrici aumenterà a 30 modelli entro il 2025

General Motors prevede di aumentare la sua offerta globale di veicoli completamente elettrici a 30 modelli entro il 2025 e ha aumentato i suoi investimenti finanziari per il settore elettrico e veicoli autonomi a 27 miliardi di dollari nell’arco dello stesso periodo.

L’ANNUNCIO DI BARRA

L’amministratore delegato e presidente di GM Mary Barra lo ha annunciato nel corso della conferenza virtuale Barclays Global Automotive, aggiungendo che l’investimento sarebbe stato superiore ai 20 miliardi di dollari pianificati prima della pandemia COVID-19.

Oltre la metà della spesa in conto capitale e del team di sviluppo prodotto di GM, riporta S&P Global Platts, sarebbe dedicata a programmi di veicoli elettrici ed elettrici autonomi e, dei 30 marchi di veicoli elettrici da rendere disponibili a livello globale, più di due terzi dovrebbero essere disponibili in Nord America.

“Il cambiamento climatico è reale e vogliamo essere parte della soluzione facendo sedere tutti in un veicolo elettrico – ha detto Barra -. Stiamo passando a un portafoglio completamente elettrico da una posizione di forza e siamo concentrati sulla crescita”.

Barra ha aggiunto che GM ha la capacità di accelerare i suoi piani sui veicoli elettrici grazie alle sue batterie competitive, al software, all’integrazione del veicolo, alla produzione e all’esperienza del cliente.

AUMENTA L’AUTONOMIA GRAZIE A ULTIUM

Il vicepresidente esecutivo di Barra e GM per lo sviluppo di prodotti globali, gli acquisti e la catena di fornitura, Doug Parks, ha parlato alla conferenza di altri piani chiave, incluso l’aumento della autonomia massima dei suoi veicoli elettrici basati su Ultium da 400 miglia a 450 miglia a piena carica.

La batteria Ultium di GM e la tecnologia di propulsione sono state svelate a marzo, con celle di grande formato in stile sacchetto che utilizzano una chimica proprietaria a basso cobalto in grado di essere impilata verticalmente o orizzontalmente all’interno del pacco batteria, consentendo agli ingegneri di ottimizzare lo stoccaggio e il layout dell’energia della batteria per ciascun veicolo e riducendo i costi. L’azienda produce le celle tramite la joint venture Ultium Cells con LG Chem.