Territori

In Lituania il primo Gnl che la “libera” dai russi

Il carico all’impianto, simbolicamente chiamato Independence, arriverà la prossima settimana a bordo dello Stena Clear Sky

Il terminal Gnl che la Lituania ha costruito cinque anni fa per ridurre la sua dipendenza dal carburante russo sta per ricevere il suo primo carico. Il carico all’impianto, simbolicamente chiamato Independence, la prossima settimana (il 16 settembre) a bordo dello Stena Clear Sky, secondo i dati di monitoraggio delle navi di Bloomberg. La nave è stata caricata al terminal francese di Montoir da un’altra petroliera che a sua volta l’aveva prelevata da una nave russa a Zeebrugge in Belgio.

LA NATURA SEMPRE PIÙ GLOBALE DEL GAS LIQUEFATTO

Le mosse, spiega Bloomberg, indicano la natura sempre più globale del commercio di gas liquefatto, con carichi che cambiano di mano più volte, rendendo anche difficile ricostruire la filiera. Il venditore finale in Lituania, ammette il sito, “è sconosciuto e non può essere Novatek PJSC, l’operatore del progetto Lng Yamal, che vende i suoi carichi a diversi acquirenti.

OBIETTIVO RIDURRE I PREZZI E APRIRSI AI MERCATI INTERNAZIONALI

La Lituania ha costruito il terminale di importazione di Gnl galleggiante Independence nel 2014 per acquistare combustibile in tutto il mondo, per esempio da paesi come Norvegia, Qatar e Stati Uniti ma soprattutto per ridurre la sua dipendenza quasi totale dal carburante russo e garantirsi prezzi migliori. Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha esortato più volte gli Stati baltici e la Polonia a smettere di importare gas attraverso i gasdotti russi e di rivolgersi invece all’acquisto di gas “libero” dagli Stati Uniti.

L’IRONIA DEL PRIMO CARICO

“E’ un po’ ironico osservare l’impianto FSRU ‘Independence’, un nome simbolico che rappresenta l’indipendenza della Lituania dal gas russo, riceva un carico proveniente originariamente da Yamal – ha detto via e-mail Madeleine Overgaard, un’analista di mercato del Gnl di Kpler, una società di data intelligence a Bloomberg -. Mi ricorda il carico russo che è arrivato l’anno scorso negli Stati Uniti, mentre Trump stava twittando sul fatto che l’Ue aveva bisogno di Gnl proveniente dagli Stati Uniti per liberarsi dal gasdotto russo”.