Energie del futuro

Isolfin costruirà la stazione di compressione gas del Baltic Pipe in Danimarca

Baltic Pipe

Il Baltic Pipe Project prevede l’installazione di una stazione di compressione in aperta campagna, a circa 2 km dal villaggio di Everdrup

Sarà l’italiana ISOLFIN, azienda leader nel settore dei servizi per i principali gruppi di petrolchimica, costruzione navale ed energia, annuncia di avere firmato un contratto per la costruzione e la manutenzione della stazione di compressione del gas del Baltic Pipe in Danimarca.

Il Baltic Pipe è un progetto strategico infrastrutturale che ha l’obiettivo di creare un nuovo corridoio di approvvigionamento di gas nel mercato europeo. Operativo nell’ottobre 2022, il Baltic Pipe è lungo 900km per un costo totale di 1,88 miliardi di dollari: collega il sistema di trasporto del gas norvegese con la Danimarca e la Polonia tramite un gasdotto sottomarino nel Mare del Nord.

Il Baltic Pipe Project prevede l’installazione di una stazione di compressione in aperta campagna, a circa 2 km dal villaggio di Everdrup in Danimarca. La funzione della stazione di compressione è quella di aumentare la pressione del gas nel gasdotto, in modo che possa spinto verso la Polonia.

L’azienda proprietaria della stazione di compressione è la danese Energinet, mentre la stazione è cofinanziata dalla polacca GAZ-SYSTEM.