Territori

Gas, in Russia avviati i lavori del mega campo Kharasaveyskoye

Gazprom

Avviati i lavori nel campo Kharasaveyskoye: dovrebbe produrre gas fino  al 2131

Russia  protagonista (ancora una volta) del settore gas. Gazprom ha avviato i lavori per produrre gas dal campo Kharasaveyskoye, che si trova a nord del campo Bovanenkovskoye nella penisola di Yamal.

Ieri si è tenuta la cerimonia di inaugurazione dei lavori, nell’Area Autonoma di Yamal-Nenets. All’evento hanno parteciparono Alexey Miller, presidente del comitato di gestione di Gazprom, Dmitrij Artyukov, governatore dell’Area e capo delle suddivisioni e delle  sussidiarie di Gazprom.

ENTRO IL 2023 AVVIO DI PRODUZIONE

I lavori di riempimento delle piazzole per le strade e gli impianti di produzione dovrebbero essere conclusi entro il 2019. A giugno 2020, la Società intende avviare la perforazione di pozzi e la produzione di gas dovrebbe partire nel 2023, dai giacimenti Cenomanian-Aptian, il cui volume stimato di produzione ammonta a 32 miliardi di metri cubi all’anno.

Successivamente, la Compagnia procederà a sviluppare i giacimenti Neocomiano-Giurassico.

IL PROGETTO

I lavori sono stati avviati ieri e, per il pre-sviluppo, saranno coinvolti circa 5.500 ingegneri, costruttori e 1.764 veicoli. La società prevede di costruire 236 pozzi per la produzione di gas, un’unità di trattamento del gas completa e una stazione di compressione del booster, oltre a un’infrastruttura di trasporto e di alimentazione.

Per trasportare il gas prodotto sul campo, sarà costruito un gasdotto di 106 chilometri che collega i campi Kharasaveyskoye e Bovanenkovskoye, attraverso cui il gas verrà immesso nel sistema di approvvigionamento di gas unificato della Russia.

SOLO APPARECCHIATURE DOMESTICHE

“Oggi, stiamo iniziando lo sviluppo su vasta scala del campo Kharasaveyskoye. Abbiamo scelto soluzioni progettuali e ingegneristiche il più possibile simili a quelle che sono state applicate con successo per il campo di Bovanenkovo. Ciò significa che possiamo semplificare i nostri costi di investimento e operativi. La produzione di gas sul campo sarà effettuata utilizzando esclusivamente apparecchiature realizzate in Russia”, ha affermato Alexey Miller.