skip to Main Content

La Norvegia gasa le esportazioni di gas verso il resto d’Europa

Sardegna

Arriveranno dalla Norvegia, verso il resto d’Europa, 2 miliardi di metri cubi di gas in più

La Norvegia arriva in soccorso del resto d’Europa. Oslo ha accettato di aumentare le esportazioni di gas naturale verso il resto del Vecchio Continente, mentre i prezzi della fonte energetica, in queste settimane, toccano livelli record.

Equinor, il secondo fornitore di gas in Europa dopo la russa Gazprom, ha annunciato che il Governo norvegese ha dato il suo via liver ad un aumento delle esportazioni, a partire dal 1 ottobre, di 2 miliardi di metri cubi (bcm). Il gas, verso l’Europa, arriverà dai campi Troll e Oseberg. Secondo i calcoli di Reuters, l’aumento corrisponde a quasi il 2% delle esportazioni annuali di gas da parte della Norvegia.

Intanto, nelle scorse settimane, la necessità di fare scorta in vista dell’inverno, combinata alla carenza della fonte, ha portato i prezzi del gas a toccare livelli record. Ad influenzare la scarsa offerta verso l’Europa è una elevata domanda di gas liquefatto da parte dell’Asia.

Una soluzione, fa sapere Gazprom, potrebbe essere l’attivazione del gasdotto Nord Stream 2, farebbe arrivare nuovo gas verso il Continente, abbassando anche i prezzi della materia prima.

Back To Top