Energie del futuro

La Svezia pensa allo stop per le auto tradizionali entro il 2030

elettriche

Il governo ha commissionato uno studio per analizzare le condizioni necessarie per garantire l’introduzione di un divieto sulle vendite di nuove auto a benzina e diesel in Svezia

La Svezia si sta seriamente pensando di vietare la vendita di auto nuove a benzina e diesel dal 2030 e per fare ciò, il governo ha commissionato uno studio per capire come il paese scandinavo potrebbe eliminare gradualmente i combustibili fossili e vietare le vendite di veicoli tradizionali.

STOP ALLE AUTO TRADIZIONALI DAL 2030

Il rapporto commissionato dal governo svedese è il seguito della “Dichiarazione di politica governativa” di gennaio 2019, in cui si affermava a chiare note l’intenzione di Stoccolma di “non vendere nuove auto a benzina o diesel dopo il 2030” per “ridurre le principali emissioni climatiche del settore dei trasporti”. Indirizzo che fa il paio con la determinazione del paese di vietare anche la prospezione e il nuovo sfruttamento di carbone, petrolio e gas fossili”.

Commentando l’avvio dell’indagine, Per Bolund, ministro dei mercati finanziari e dell’edilizia abitativa e membro del Partito Verde, ha dichiarato in una nota: “La Svezia sarà il primo paese senza fossili al mondo. Il settore dei trasporti è responsabile di un terzo delle emissioni svedesi di gas a effetto serra e ha quindi un ruolo significativo da svolgere nella transizione climatica”.

RELAZIONE PRONTA ENTRO IL 1 FEBBRAIO 2021

La relazione dovrebbe essere completata entro il 1 febbraio 2021 e dovrebbe analizzare le condizioni necessarie per garantire l’introduzione di un divieto nazionale sulle vendite di nuove auto a benzina e diesel e il modo attraverso il quale esentare i veicoli che utilizzano carburanti rinnovabili e veicoli ibridi elettrici da tale divieto. La relazione analizzerà, inoltre, come potrebbe essere attuato un divieto a livello europeo di vendita di nuove auto a benzina e diesel e le condizioni per eliminare gradualmente i combustibili fossili nell’Ue.

SVEZIA AL TERZO POSTO NEL MONDO PER QUOTA DI AUTO ELETTRICHE SUL TOTALE

La Svezia, che ha una popolazione di circa 10 milioni di abitanti ed è quindi un piccolo mercato per le auto, è però uno dei leader mondiali in termini di quota di mercato dei veicoli elettrici. Secondo l’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), la Svezia è al terzo posto a livello mondiale con l’8 percento, dopo la quota il 46 per cento della Norvegia e il 17 per cento islandese.

STOCCOLMA LEADER ANCHE NELLE RINNOVABILI

La Svezia è anche leader nella quota di utilizzo di energia rinnovabile nell’Ue e mira a eliminare i sussidi per i parchi eolici terrestri entro la fine del 2021. La Svezia genera oltre il 54 per cento della sua elettricità da fonti rinnovabili su base sostenibile. Già nel 2012, il paese scandinavo aveva raggiunto l’obiettivo del 2020 di avere il 50 per cento del consumo di energia da fonti rinnovabili. Il paese punta alla generazione di elettricità rinnovabile al 100% entro il 2040.