skip to Main Content

Nucleare, Edf ci riprova con l’Epr 2: Al via bando di gara per opere di ingegneria

Nucleare

Edf sta sviluppando il reattore ad acqua pressurizzata Epr 2 con Framatome. La “centrale nucleare del domani” è una semplificazione del design che ha causato problemi molto importanti a Olikiluoto-3 e Flamanville-3.Il colosso francese dell’energia Edf ha lanciato un bando di gara per offerte di ingegneria civile per una coppia di unità nucleari di tipo Epr 2 in Francia. Secondo quanto riferisce S&PGlobal Platts, che cita una nota pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Ue, il contratto offerto prevede lavori di sterro, demolizione di strutture esistenti e costruzione di una serie di edifici sulla base di specifiche e piani forniti dall’utility francese.

COS’È L’EPR 2

L’Epr 2 è l’unità successore del reattore più potente del mondo, l’Epr da 1.650 MW attualmente in costruzione in Finlandia, Francia e ora nel Regno Unito a Hinkley Point C.

LOCALIZZAZIONE SCONOSCIUTA, DURATA DEI LAVORI 110 MESI

Le unità saranno costruite “in uno dei siti nucleari in funzione in Francia”, ha affermato Edf, senza specificare. Nessun riferimento nemmeno per i costi: all’interno del bando è presente solo la durata del contratto fissata in 110 mesi. Le offerte dovranno essere presentate entro il 18 ottobre 2019. I bandi di gara verranno inviati all’inizio di novembre.
Altri dettagli evidenziano che alcune costruzioni dovrebbero essere comuni a entrambe le unità, compresi i tunnel per lo scarico dell’acqua di raffreddamento nel caso in cui venga selezionato un sito costiero.

Il volume totale di calcestruzzo per tutti gli edifici è fissato a 800.000 metri cubi.

OBIETTIVO 2030 PER EPR 2

Edf sta sviluppando il reattore ad acqua pressurizzata Epr 2 con Framatome. La “centrale nucleare del domani” è una semplificazione del design che ha causato problemi molto importanti a Olikiluoto-3 e Flamanville-3. “L’obiettivo del progetto Epr 2 è avere un modello competitivo sul mercato dei nuovi mezzi di produzione entro il 2030”, ha affermato EDF.
Il regolatore nucleare francese Asn ha affermato che Edf non ha ancora identificato un sito per il primo impianto Epr 2 del paese. L’agenzia ha affermato di essere soddisfatta della maggior parte degli aspetti del design del reattore, che dovrebbe includere un’area di contenimento a parete singola con uno strato di protezione interno aggiuntivo, anche se il regolatore potrebbe richiedere delle modifiche quando sarà presentata l’applicazione concreta.

live
Back To Top