Scenari

Oman crea nuova compagnia energetica per combattere i debiti

oman

Si chiamerà Energy Development Oman e avrà una partecipazione nel Blocco 6 con la possibilità di emettere obbligazioni fino a 3 mld

L’Oman ha creato una nuova compagnia energetica di proprietà del governo: l’azienda, che si chiamerà Energy Development Oman, deterrà una partecipazione in Petroleum Development Oman LLC e un interesse nel Blocco 6, secondo la Gazzetta Ufficiale del paese, citata da Bloomberg. La società “intraprenderà operazioni di esplorazione e produzione di idrocarburi” e potrà prendere in prestito denaro “in qualsiasi modo”, secondo la Gazzetta. Non solo. Energy Development Oman potrà anche investire all’estero e occuparsi di prodotti di energia rinnovabile.

SI FINANZIA IL DEBITO CON LE OBBLIGAZIONI

Bloomberg aveva riferito il mese scorso che l’Oman, che sta lottando per finanziare l’impennata del deficit di bilancio, aveva pianificato di trasferire la quota del 60% nel Blocco 6 da Petroleum Development Oman a una nuova società, con lo scopo di emettere circa 3 miliardi di dollari in obbligazioni nella prima metà del 2021. A consigliare le mosse del governo sarebbe, secondo fonti raccolte da Bloomberg, JPMorgan Chase & Co.

IL BLOCCO 6

Il blocco 6 è uno dei più grandi giacimenti di greggio del Medio Oriente, con una capacità produttiva di 650.000 barili al giorno. Royal Dutch Shell Plc detiene il 34% del blocco, Total SE possiede il 4% e Partex Oil & Gas il 2%.

ESEMPIO OMAN

La proposta dell’Oman potrebbe costituire un precedente per altri governi del Medio Oriente che vogliono raccogliere denaro senza pesare sui loro bilanci.