skip to Main Content

Perché sale la produzione di petrolio russo e l’export marittimo è ai massimi da 3 anni

Russia

Per il vice primo ministro Alexander Novak a giugno è previsto un aumento significativo della produzione di petrolio rispetto a maggio pari a circa 600.000 barili al giorno

La Russia è vicina a riportare i suoi volumi di produzione di petrolio ai livelli di febbraio. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Prime citando il vice primo ministro Alexander Novak, secondo quanto riferito da S&P Global Commodity Insights.

AUMENTO DI 600 MILA BARILI AL GIORNO

La produzione di petrolio della Russia è diminuita in modo significativo in seguito all’invasione dell’Ucraina, che ha innescato sanzioni occidentali e portato i tradizionali acquirenti europei a ridurre significativamente gli acquisti di greggio russo. Tuttavia, ha ora ammesso Novak a margine del Forum economico internazionale di San Pietroburgo, “a giugno vediamo un aumento significativo rispetto a maggio pari a circa 600.000 barili al giorno”.

LE PAROLE DI NOVAK

Novak ha affermato che la produzione petrolifera russa è attualmente in calo di circa 300.000 barili al giorno rispetto ai livelli pre-invasione con un calo massimo che è stato registrato di 1-1,1 milioni di barili al giorno. Il ministro ha comunque assicurato che ci sono tutte le condizioni per ulteriori aumenti della produzione a luglio, anche se, ha precisato, i volumi esatti dipenderanno dai piani aziendali, dalle esportazioni e dalle forniture al mercato interno.

SEMPRE PIU’ ASIA

S&P Global Commodity Insights stima che solo la metà degli 1,9 milioni di barili al giorno di esportazioni vietate di greggio marittimo verso l’Europa sarà reindirizzata in Asia. Si aspetta che la chiusura della produzione russa cresca da 940.000 barili al giorno a maggio a 2 milioni di barili al giorno entro dicembre. Mentre la produzione russa di greggio complessiva si è ripresa di circa 150.000 barili al giorno a maggio, raggiungendo quota 9,29 milioni di barili al giorno, comunque al di sotto della quota di 10,549 milioni di barili al giorno prevista nell’ambito dell’accordo di produzione OPEC+.

ESPORTAZIONI MARITTIME RUSSE DI PETROLIO AI MASSIMI DA 3 ANNI NONOSTANTE LE SANZIONI

Nel frattempo, le esportazioni russe di greggio via mare si sono confermate ai massimi post-pandemia nella prima metà di giugno, grazie al fatto che India e Cina hanno continuato ad acquistare forniture scontate nonostante l’inasprimento delle sanzioni occidentali nei confronti di Mosca. Rispetto ai livelli prebellici di gennaio e febbraio, le esportazioni di greggio spedite dalla Russia dall’1 al 15 giugno sono aumentate di 576.000 barili al giorno per una media di circa 3,88 milioni di barili al giorno, secondo i dati preliminari del fornitore di analisi delle spedizioni Kpler. Gli ultimi flussi di esportazione, che sono aumentati dai 3,81 milioni di barili al giorno di maggio, hanno portato le esportazioni russe di greggio marittimo ai massimi da maggio 2019.

CINA, INDIA E TURCHIA SUL PODIO

La Cina e l’India continuano a rappresentare il mercato in maggiore crescita per il petrolio russo. I due importatori di petrolio asiatici hanno ora aumentato la loro quota di greggio dalla Russia rispettivamente a quasi il 30% e il 20%, una crescita combinata di oltre 1 milione di barili al giorno rispetto ai livelli prebellici. Anche le esportazioni di greggio russo verso la Turchia sono raddoppiate a 260.000 barili al giorno e anche le importazioni dalla Bulgaria sono più che triplicate a oltre 200.000 barili al giorno rispetto a gennaio e febbraio, secondo i dati.

Allo stesso tempo, le importazioni dell’UE di greggio russo spedito sono rimaste a circa 1,3 milioni di barili al giorno nella prima metà di giugno, simili rispetto a maggio ma in calo rispetto a 1,75 milioni di barili al giorno di gennaio e febbraio. Per colmare il deficit, l’UE ha visto le sue importazioni di greggio statunitense aumentare di circa 400.000 barili al giorno, o il 50%, dall’inizio dell’anno e ha acquistato più greggio norvegese ed egiziano, secondo i dati di S&P Global Commodity Insights.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore