Territori

Per la Russia calo dell’export petrolifero nel 2018

Lo ha dichiarato il presidente della società di trasporti di prodotti petroliferi Transneft, Nikolaj Tokarev

Calo delle esportazioni petrolifere per la Russia nel 2018. Lo ha dichiarato il presidente della società di trasporti di prodotti petroliferi Transneft, Nikolaj Tokarev, in un’intervista all’emittente televisiva “Rossiya 24”.

EXPORT RUSSIA GIÙ DI 5 MILIONI DI TONNELLATE NEL 2018

Secondo Tokarev la Federazione Russa ha registrato un calo pari a circa 5 milioni di tonnellate nel 2018 dovuto a una serie fattori tra i quali spicca l’accordo per i tagli alla produzione siglato dai paesi aderenti all’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (Opec). “Le esportazioni di petrolio hanno subito un decremento di 5 milioni di tonnellate, a fronte di una serie di condizioni non solo interne, ma anche connesse alle decisioni prese nel quadro dell’accordo Opec sui tagli alla produzione”, ha affermato Tokarev.

DAI PAESI OPEC + UN TAGLIO COMPLESSIVO DI 1,2 MILIONI DI BARILI AL GIORNO

I paesi Opec hanno concordato un taglio della produzione petrolifera più ampio del previsto con i produttori al di fuori del Cartello guidati dalla Russia dopo due giorni di negoziati difficili a Vienna. L’Opec + ha concordato di ridurre la produzione di 1,2 milioni di barili al giorno, con i paesi del cartello che hanno concordato un taglio di 800 mila barili al giorno.