skip to Main Content

Progetto Black Sea Oil & Gas cartina di tornasole per investimenti nel gas offshore in Romania

Romania

La produzione potrebbe iniziare a novembre, ma tale scadenza potrebbe essere ritardata poiché i lavori di costruzione dell’impianto di trattamento a terra del progetto potrebbero non essere completati entro la fine dell’anno.

Black Sea Oil & Gas (BSOG) sta spingendo per essere la prima compagnia a sfruttare i giacimenti di gas offshore della Romania nonostante una contestata tassa che ha ostacolato altri progetti. Ma se la tassa rimanesse potrebbe avere un impatto sulle sue operazioni nel Paese, ha detto il suo amministratore delegato Mark Beacom.

PROGETTO SIMBOLO

Secondo quanto riferito da Reuters, il progetto dell’azienda di estrarre circa 10 miliardi di metri cubi di gas diventerà una cartina di tornasole della capacità dello stato dell’Unione europea di attrarre investitori e attingere ai suoi stimati 200 miliardi di metri cubi nel Mar Nero.

TANTI BUCHI NELL’ACQUA

Diversi produttori di gas hanno speso anni e miliardi di dollari per prepararsi a sfruttare tali riserve, ma tutti, tranne BSOG, hanno sospeso una decisione di investimento finale tre anni fa, quando il governo precedente ha imposto una tassa aggiuntiva sui progetti offshore.

LE PAROLE DI BEACOM

“L’inizio della produzione non è subordinato all’abrogazione della legislazione, ma ha un impatto sul modo in cui BSOG si impegna in Romania”, ha detto a Reuters il CEO Mark Beacom. “Abbiamo avuto continue rassicurazioni sul fatto che la legge sarà modificata, ma… non abbiamo ancora visto una bozza di emendamento pubblicata per il dibattito pubblico. Se dovesse continuare a rimanere in vigore, il gruppo partner potrebbe prendere in considerazione altre misure per cercare di risolvere questo problema”.

PRODUZIONE A NOVEMBRE (FORSE)

A febbraio, Beacom ha affermato che la produzione potrebbe iniziare a novembre, ma tale scadenza potrebbe ora essere leggermente ritardata poiché i lavori di costruzione dell’impianto di trattamento a terra del progetto potrebbero non essere completati entro la fine dell’anno. BSOG, ha aggiunto, di star analizzando progetti di energia rinnovabile utilizzando le infrastrutture esistenti, inclusi parchi solari ed eolici onshore e una centrale elettrica pilota offshore a idrogeno.

Back To Top