Sostenibilità

L’Albania completa la prima asta per le rinnovabili

rtr

Tirana ha concluso la gara grazie al sostegno del Segretariato della Comunità dell’energia che insieme alla Bers e in collaborazione con Irena aveva pubblicato linee guida per aiutare i paesi a progettare e attuare processi di selezione competitiva per sostenere le rinnovabili.

L’Albania ha completato con successo la prima asta di sostegno alle energie rinnovabili all’interno del programma europeo del Segretariato della Comunità dell’energia. Ad annunciarlo è stato lo stesso direttore del programma Janez Kopač.

LA VITTORIA AL CONSORZIO CAPITANATO DA INDIA POWER CORPORATION

albaniaLa scorsa settimana, il ministero dell’energia albanese ha informato di aver selezionato un consorzio guidato da India Power Corporation per la costruzione di un parco solare da 100 MW del valore di 70 milioni di euro (79,3 milioni di dollari) nella zona di Akerni, vicino alla città portuale di Vlora.

KOPAČ: CON ASTE PROCESSO DI SELEZIONE COMPETITIVA PER LA CONCESSIONE DEGLI INCENTIVI

“Accogliamo con favore la prima asta di sostegno alle energie rinnovabili in Albania e speriamo che venga seguita in tutte le parti contraenti” – ha detto Kopač in una nota -. Le aste di energia rinnovabile forniscono un processo di selezione competitiva per la concessione del sostegno, con conseguente abbassamento dei prezzi delle rinnovabili. Questo è un chiaro vantaggio per i consumatori di energia”, ha aggiunto Kopač.

L’ASTA ALBANESE PRECEDUTA DAL MONTENEGRO

L’asta per le energie rinnovabili in Albania è stata preceduta all’inizio di quest’anno dal Montenegro che ha varato una gara per la costruzione di un progetto solare fotovoltaico con una capacità di generazione di 250 MW senza supporto, ha aggiunto il comunicato. Il legame che comprende India Power, Mining Resources FZE con sede negli Emirati Arabi Uniti e Midami Ltd con sede a Hong Kong ha offerto una combinazione di credibilità tecnica e finanziaria, prezzo e capacità aggiuntiva, ha dichiarato il ministero dell’energia albanese nel comunicato stampa. “L’offerta vincente prevede un prezzo dell’energia di 59,9 euro/MW per una capacità di 50 MW per 15 anni e una capacità aggiuntiva di 50 MW (100 MW in totale) senza supporto per gli acquisti energetici”, ha osservato il ministero, aggiungendo che la costruzione del parco solare dovrà essere completata entro 18 mesi. Nel marzo 2018, il Segretariato della Comunità dell’energia, insieme alla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo e in collaborazione con l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili, aveva pubblicato linee guida per aiutare i paesi a progettare e attuare processi di selezione competitiva per sostenere le energie rinnovabili.