Sostenibilità

Rinnovabili al 65% in Irlanda entro il 2030

irlanda

Secondo GlobalData questa crescita richiederà investimenti massicci nell’eolico offshore e nella capacità fotovoltaica

Entro il 2030 l’energia rinnovabile dovrebbe rappresentare il 65% della capacità installata totale dell’Irlanda. È la previsione della società di analisi GlobalData, secondo la quale l’obiettivo di aggiungere 5,8 GW di ulteriore capacità rinnovabile non idroelettrica nel prossimo decennio, con l’obiettivo di raggiungere un totale di 9,6 GW, richiederà massicci investimenti in energia eolica offshore e solare fotovoltaica.

CRESCITA COLMERA’ IL VUOTO LASCIATO DAL CARBONE

offshoreGlobalData ha evidenziato che questa crescita delle rinnovabili sarà necessaria per “colmare il vuoto” lasciato dalla graduale eliminazione del carbone nel 2025 e sottolinea che la rete dovrà essere modernizzata per far fronte all’afflusso di fonti intermittenti di generazione.

EOLICO OFFSHORE CRESCERA’ AL RITMO DEL 48%

La società di analisi rileva, inoltre, che la capacità eolica offshore è destinata ad aumentare da 25 MW a 1,9 GW ad un tasso di crescita annuo del 48,8%, mentre prevede che la capacità solare passerà da 25 MW a 1,3GW ad un tasso di crescita del 43%. Il consumo energetico del paese dovrebbe registrare un aumento minimo da 27,9 TWh nel 2019 a 31,4 TWh nel 2030.

UN NUOVO MERCATO PER TURBINE E MODULI SOLARI

Arkapal Sil, Power Industry Analyst di GlobalData, ha detto: “La capacità eolica e solare fotovoltaica offshore dell’Irlanda ha un notevole potenziale, che spingerà il contributo delle energie rinnovabili in termini di capacità installata al 62% entro il 2025 e al 65% entro il 2030. Questo aprirà nuovi mercati per le turbine eoliche e i moduli per gli impianti solari, così come le relative attrezzature necessarie per trasmettere l’energia generata alla rete. Anche il mercato della posa di cavi sotto il mare sarà un’opportunità di business chiave nel paese”.