Sostenibilità

Sicilia: Un impianto eolico tra Marsala e le Egadi

eolico stati uniti

Se tutto si svolgerà secondo i pianti prefissati tale cantiere eolico 7Seas Med dovrebbe iniziare nel 2023

“Una piccola grande rivoluzione. La società ‘7Seas med s.r.l.’ ha chiesto la concessione demaniale marittima per la durata di trenta anni, per una superficie complessiva di 1.256.395 metri quadri di specchio acqueo e di 131 metri quadri di area demaniale marittima, per la realizzazione di un impianto eolico offshore di tipo floating (galleggiante) nel Canale di Sicilia”. È quanto riporta il Giornale di Sicilia.

L’IMPIANTO

“L’impianto sarà composto da 25 pale galleggianti da 10 megawatt ciascuna e sarà invisibile dalla costa siciliana, a metà tra Marsala e le Egadi, in direzione della Tunisia. (…) Il progetto comporta un investimento di 741 milioni di euro.(…) Il punto più vicino alla costa siciliana di Marsala è a 37 km”, prosegue il quotidiano.

LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE

“La Copenhagen Offshore Partners (COP) è una delle aziende leader mondiale che ha sviluppato una sua tecnologia di turbine per il mare. Il prodotto, chiamato TetraSpar, e stato già testato in Danimarca con ottimi risultati. Il progetto risulta già presentato al ministero dell’Ambiente e al ministero delle Infrastrutture prima dell’emergenza Covid-19 con lo svolgimento dei lavori che dovrebbe essere acquisito da una società danese, il tutto finanziato da un fondo mondiale specializzato in grandi progetti di energia rinnovabile. Se tutto si svolgerà secondo i pianti prefissati tale cantiere eolico 7Seas Med dovrebbe iniziare nel 2023 e non impiegare molto tempo ad essere completato vista l’assenza di fondazioni da realizzare ma del solo posizionamento delle strutture galleggianti e relative turbine”, conclude il quotidiano.