Fact checking e fake news

Sonatrach: ok memorandum upstream con TPAO e Zarubezhneft

Sonatrach

I due nuovi Mou seguono un primo incontro di Sonatrach a metà marzo con la statunitense Chevron, in base al quale le due parti avevano dichiarato che avrebbero discusso anche di opportunità congiunte nell’upstream

La Sonatrach, di proprietà dello Stato algerino, ha firmato una serie di accordi preliminari con la turca TPAO e la russa Zarubezhneft in vista di una cooperazione upstream del paese.

L’ALGERIA VUOLE AUMENTARE LE ESPLORAZIONI

L’Algeria ha promesso di aumentare l’attività di esplorazione insieme ai partner internazionali a seguito dell’attuazione di una nuova legge sugli idrocarburi a gennaio, che offre un regime fiscale più favorevole ai potenziali investitori.

Sonatrach ha dichiarato di aver firmato protocolli d’intesa con TPAO e Zarubezhneft che consentiranno di discutere le opportunità nel settore upstream algerino in seguito all’entrata in vigore della nuova legge sugli idrocarburi.
“Questi due memorandum confermano il rinnovato dinamismo del settore upstream algerino sullo sfondo dei termini interessanti introdotti dalla nuova legge sugli idrocarburi”, ha dichiarato l’azienda algerina.

PRIMI INCONTRI CON CHEVRON ED EXXONMOBIL

I due nuovi Mou, si legge su S&P Global Platts, seguono un primo incontro a metà marzo con la statunitense Chevron, in base al quale le due parti avevano dichiarato che avrebbero discusso anche di opportunità congiunte nell’upstream. L’anno scorso Sonatrach ha tenuto colloqui preliminari con Chevron ed ExxonMobil, per invertire la tendenza in calo dell’interesse internazionale verso il settore degli idrocarburi algerino.

FONDAMENTALE LA NUOVA LEGGE SUGLI IDROCARBURI DEL PAESE

Sonatrach ha ammesso che la riforma legale era necessaria visto il tempo necessario per realizzare nuovi progetti, indicando il tempo medio di 10 anni tra l’ottenimento di una licenza di esplorazione e l’avvio alla produzione. I funzionari del governo avevano promesso che la nuova legislazione avrebbe segnato un ritorno alle disposizioni contenute nella legge sugli idrocarburi del 1986, che aveva portato a scoperte significative negli anni ’90, prima che le modifiche alla normativa a metà degli anni 2000 causassero un calo degli investimenti.

TAGLIO DEL BUDGET PER LA COMPAGNIA ALGERINA

Gli sforzi di Sonatrach per incrementare le performance dell’upstream quest’anno saranno, tuttavia, ostacolate da un budget di spesa ridotto imposto dal Presidente Abdelmadjid Tebboune. L’amministratore delegato Toufik Hakkar – che ha assunto la direzione di Sonatrach all’inizio di febbraio ed è stato l’architetto principale della nuova legge sugli idrocarburi – ha dichiarato che alla fine di marzo la società rinvierà molti progetti ritenuti non urgenti.

Sonatrach è stata incaricata di dimezzare la spesa di quest’anno a 7 miliardi di dollari, rispetto ai 14 miliardi originariamente previsti. Hakkar ha aggiunto che Sonatrach ha già iniziato ad attuare un programma di riduzione del budget “per migliorare le prestazioni della società nell’anno in corso e garantire gettito fiscale al Tesoro”.