Territori

Sorgenia: inserire il rigassificatore di Gioia Tauro nella Sen

Gioia Tauro

Il progetto Iren di Sorgenia farebbe diventare Gioia Tauro un centro internazionale per l’energia.

Chicco Testa, presidente di Sorgenia, intervenendo al convegno “Energia, motore di sviluppo” organizzato dalla Regione Calabria, ha dichiarato che il progetto: “consentirebbe di realizzare a Gioia Tauro un polo industriale con numerosi occupati, un investimento di un miliardo di euro e farebbe di Gioia Tauro un centro internazionale per l’energia e per il metano”.

Il Presidente della Regione Calabria,Mario Oliverio , sempre nel corso del convegno svoltosi all’interno dell’evento Cantiere Calabria, organizzato dallo stesso Oliverio, ha inoltre dichiarato che la Calabria si può proporre come risorsa per il Paese “anche con un terminale del gas in un’infrastruttura pronta, idonea che è quella portuale di Gioia Tauro. È stato un percorso che si è fatto con l’acquisizione di tutti i pareri. C’è un progetto pronto per essere cantierato per il quale c’è già un investimento privato.” Inoltre il Presidente Oliverio ha espresso l’importanza di inserire il rigassificatore nella Sen 2017 (il documento sulla strategia energetica nazionale, proposto dal governo)

Gioia Tauro
“C’è già stato un percorso che ha coinvolto, con un referendum, i comuni interessati. – ha dichiarato Oliverio – “Sono state superate tutte le resistenze. Noi siamo pronti per ospitare questo impianto. Mi auguro che il Governo, rivedendo la seconda bozza del Piano nazionale energetico, possa inserire questa problematica. Non vi è dubbio sulle grandi ricadute che può avere un investimento di questo genere sull’intero territorio”.

“Noi siamo – ha detto ancora Oliverio – una Regione che esporta in campo energetico. È un fatto positivo che pone, però, qualche interrogativo, perchè vuol dire che, se esportiamo, ciò è determinato da un’inadeguata utilizzazione dell’energia. Ecco perchè un uso incentivante dell’energia sarà importantissimo”.
“Noi vogliamo investire nelle potenzialità che ha questa regione anche in questo campo per un’utilizzazione razionale di questa risorsa”.

Anche Stefano Conti, Direttore Affari Istituzionali Terna, ha affermato che nei prossimi dieci anni vedremo realizzate delle cose che oggi sono ipotesi ma che presto saranno la vera trasformazione. Il programma “Terna” per la Calabria, “prevede una serie di investimenti per favorire interventi infrastrutturali per rispondere ed essere pronti alle modifiche in corso, tenendo conto, ovviamente, delle diverse vocazioni territoriali”.