Territori

Perché Gazprom blocca le forniture all’Ucraina colpita dal gelo

La disputa in corso tra Mosca e Kiev costringe a gli ucraini a ridurre in consumi Si accende una nuova disputa tra Ucraina e Russia sulle forniture di gas dopo la decisione di Gazprom di non riavviare gli approvvigionamenti verso Kiev, costringendo quest’ultima a tagliare il suo utilizzo malgrado il gelo. A riferire delle vicenda è stata la stessa compagnia di Stato ucraina Naftogaz che ha annunciato un taglio del 5-10% alle imprese di riscaldamento per quattro giorni, aggiungendo che

Read More...

Scenari

Perché il Mediterraneo Orientale è l’ago della bilancia della politica energetica Ue

Come mai l’Europa è ai margini del grande risiko del gas stretta tra la morsa russa e dei paesi emergenti della sponda est del Mare Nostrum I giacimenti di gas del Mediterraneo orientale si candidano a essere sempre più ago della bilancia della politica energetica europea. A scapito della Russia e della sua eccessiva predominanza nelle forniture al Vecchio Continente. L’ultimo paese che sta cercando di allentare la morsa da Mosca è la Bulgaria. Il ministro bulgaro dell’Energia Temenuzhka Petkova

Read More...

Scenari

Perché Ankara indugia con Gazprom sul Turkish Stream

La Turchia frustrata dalle scoperte di gas dei vicini rischia di provocare tensioni nell’area. Il blocco della Saipem 12000 prolungato fino al 10 marzo. Tutte le ultime novità da Ankara nell’approfondimento di Sebastiano Torrini per Energia Oltre

Read More...

Scenari

Che cosa si dice negli Stati Uniti del Nord Stream 2?

Perché gli Stati Uniti sono contrari al Nord Stream 2 e l’Europa è divisa. L’approfondimento di Energia Oltre

Read More...

Energie del futuro

Ecco cosa escogitano Arabia Saudita e Russia sul petrolio

Arabia Saudita e Russia in prima fila per un partenariato post-2018

Read More...

Energie del futuro

Come la Polonia sfida la Russia, Gazprom e il Nord Stream 2

Le anticipazioni della Frankfurter Allgemeine Zeitung con Varsavia intenzionata a realizzare il progetto “Baltic pipe” destinato a dare filo da torcere ai russi. L’articolo di Energia Oltre

Read More...

Scenari

Ecco perché il rialzo del prezzo del greggio si è fermato. Report Aie

Secondo l’Aie la rapida crescita della produzione nei paesi non Opec, guidati dagli Stati Uniti, destinata a crescere più della domanda. Nel mirino Arabia Saudita e Russia. Ma sul futuro molto dipende dalle dinamiche mondiali L’offerta petrolifera mondiale nel mese di gennaio è scesa a 97,7 milioni di barili al giorno ma è stata superiore di 1,5 mb/d rispetto all’anno scorso grazie alla ripresa della produzione statunitense che ha sostenuto la crescita della produzione non Opec. È quanto rileva l’Agenzia

Read More...