Scenari

TurkStream, sezione serba non pronta prima della primavera 2021

TurkStream

Le sezioni bulgara e serba dell’estensione di TurkStream sono state collegate, ma la stazione di compressione in Serbia terminerà solo a maggio. 2021.

La sezione serba dell’estensione del gasdotto TurkStream non dovrebbe essere pronta almeno fino alla primavera del 2021, mancando il precedente obiettivo che prevedeva l’avvio del flusso gas entro la fine del 2020. A riferirlo sono state fonti di settore vicine al progetto riferite da S&P Global Platts.

IL PROGETTO TURKSTREAM

Il progetto serbo fa parte di un pacchetto di gasdotti per estendere un tratto di TurkStream – che porta il gas dalla Russia alla Turchia attraverso il Mar Nero – in Bulgaria, Serbia e Ungheria.

La sezione serba è lunga circa 403 km e ha una capacità di 13,9 mld di mc / anno. Il progetto comprende quattro stazioni di misurazione e una stazione di compressione e si collega alla sezione bulgara dell’estensione TurkStream a Zajecar e all’Ungheria a Horgos.

In una presentazione agli investitori a febbraio, la russa Gazprom aveva dichiarato che le forniture tramite TurkStream a Bulgaria, Grecia e Macedonia del Nord sarebbero iniziate all’inizio del 2020, con i primi flussi verso Serbia e Ungheria previsti entro dicembre di quest’anno. Ma due fonti vicine al progetto, che hanno voluto rimanere anonime, hanno affermato che il lavoro in Serbia è in ritardo.

STAZIONE DI COMPRESSIONE SERBA COMPLETATA SOLO A MAGGIO 2021

Le fonti hanno confermato i commenti di Vojislav Vuletic, presidente dell’associazione serba del gas naturale, che ha detto al media locale Vecernje Novosti che le sezioni bulgara e serba dell’estensione TurkStream erano state collegate, ma che la stazione di compressione in Serbia doveva essere terminata solo a maggio. 2021.