Territori

Polonia pronta a entrare nel nucleare

corea nucleare

Varsavia intenzionata a realizzare il primo reattore entro il 2030 e a completare tre unità entro il 2040 per un costo complessivo di 22 miliardi di dollari. I reatori bilancerebbero le emissioni di Co2 prodotte dagli impianti a carbone

La Polonia è intenzionata a portare avanti il piano per realizzare la sua prima centrale nucleare. Lo ha confermato il ministro dell’Energia Krzysztof Tchorzewski secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa polacca (PAP). “La Polonia costruirà una centrale nucleare, è mio parere e lo sostengo. Siamo abbastanza vicini alla creazione di un modello finanziario”, ha sottolineato il ministro dell’ Energia nel corso di una conferenza stampa. Tchorzewski ha espresso la speranza che la costruzione del primo blocco del reattore avvenga durante il suo mandato.

PoloniaLa decisione di realizzare una centrale nucleare nasce dall’esigenza di Varsavia di investire in una fonte energetica a emissioni zero per bilanciare le centrali a carbone che il paese ha intenzione di continuare ad utilizzare come principale fonte di energia. Già a settembre Tchorzewski aveva annunciato che la costruzione di tre unità a energia nucleare entro il 2040 sarebbe costato circa 22 miliardi di dollari. Il primo reattore potrebbe essere lanciato intorno al 2030 se la decisione di costruire l’impianto venisse presa immediatamente dal governo polacco. In un sondaggio condotto dal ministero dell’Energia, il 59% degli intervistati si è detto favorevole alla costruzione dell’impianto mentre il 35% si è detto contrario.