Territori

Agsm-Aim, parte la nuova società

Agsm-aim

Nominato il consiglio di amministrazione. Frenata su future aggregazioni

“Dopo 123 anni di vita, infatti, Agsm ha voltato definitivamente pagina. L’assemblea dei soci (formata da due persone: il sindaco Federico Sboarina in rappresentanza del Comune di Verona, il suo omologo Francesco Rucco per il Comune di Vicenza) ha ufficializzato i vertici della neonata multiutility Agsm-Aim. Mentre si svolgeva l’assemblea, nelle sale accanto il futuro presidente, Stefano Casali, il futuro consigliere delegato, Stefano Quaglino, e il futuro vicepresidente, Gianfranco Vivian, prendevano confidenza con i dirigenti e coi loro futuri uffici, anche se a nominarli sarà la prima riunione del nuovo Consiglio di amministrazione martedì prossimo, 3 febbraio”. È quanto si legge sul Corriere di Verona.

NEL 2021 SOLO LA FUSIONE

“Sulla questione di ulteriori aggregazioni (ad esempio con un partner industriale come A2a, oggetto di furibonde liti nei mesi scorsi ) Rucco ha detto che ‘almeno per tutto il 2021 bisogna pensare solo a rendere effettiva ed efficiente la fusione tra le nostre due aziende: poi si vedrà…’. E sul futuro di Amia Sboarina ha ribadito che ‘si seguiranno le indicazioni del consiglio comunale (che punta su una gestione in house, ndr) come ho spiegato anche ai sindacati, che tornerò ad incontrare entro metà febbraio’”.

L’ORGANIGRAMMA E L’ORGANIZZAZIONE DI MUVEN

“Tornando all’ufficialità, i sei componenti del nuovo CdA sono Stefano Casali, Gianfranco Vivian, Stefano Quaglino, Anna Massaro, Fabio Sebastiano e Francesca Vanzo. Il Gruppo a capitale interamente pubblico (61,2% Comune di Verona, 38,8% Comune di Vicenza), parte da 1,5 miliardi di ricavi (bilancio 2019) e punta a realizzare investimenti tre volte superiori a quelli dell’ultimo quinquennio. Le business unit saranno sei (tre a Verona e tre a Vicenza): Distribuzione di energia e gas, Igiene ambientale, trattamento e smaltimento dei rifiuti, vendita di energia e gas, generazione di energia elettrica, teleriscaldamento e cogenerazione, business innovativi e Smart city. Il collegio sindacale è formato da Gaetano Terrin (presidente), Gabriele Pasquini e Chiara Zantedeschi, mentre Alessandra Bassi e Antonio Gennarelli sono i sindaci supplenti”, ha concluso il quotidiano