Territori

Agsm, ex presidenti diffidano a procedere su scelta partner industriali

agsm

Michele Croce e Gian Paolo Sardos Albertini hanno scritto una lettera di diffida ad Agsm, alla giunta e al consiglio comunale nonché al presidente della Commissione di Controllo, Alberto Bozza

“Continuare l’esame delle offerte arrivate ad Agsm, da parte di possibili partner industriali? C’è chi dice no, anche con una formale ‘diffida a procedere’. A farlo è l’ex presidente dell’Azienda veronese, Michele Croce, in tandem con l’altro ex presidente (e pure lui avvocato) Gian Paolo Sardos Albertini. Insieme sette giorni fa hanno scritto appunto una lettera di diffida ad Agsm, alla giunta e al consiglio comunale nonché al presidente della Commissione di Controllo, Alberto Bozza”. È quanto si legge sul Corriere di Verona.

LA DIFFIDA

“I due ex presidenti ‘diffidano»’ i destinatari della lettera ‘a sospendere qualsiasi analisi’ delle proposte presentate da Hera, Dolomiti Energia Alperia e Iren (in realtà Iren non avrebbe presentato nuove proposte, ndr) in quanto ‘il CdA di Agsm ha deliberato esclusivamente il processo di aggregazione con Aim di Vicenza e rinviato qualsiasi ulteriore decisione in merito alla scelta di un socio privato ad un momento successivo e, soprattutto, da ricercarsi con procedura ad evidenza pubblica’. A sostegno di quanto scrivono, Croce e Sardos Albertini allegano una mozione del consiglio comunale che nel 2019 chiedeva il coinvolgimento dei consiglieri nelle strategie aziendali”, ha concluso il quotidiano.