Efficienza energetica e innovazione

Auto elettriche, quasi fatta per la jv tra Fca e Foxconn

Fca

Fca e il colosso dell’elettronica Foxconn collaboreranno per lo sviluppo di vetture elettriche

In attesa si perfezionare l’accordo con Psa, Fca si sta muovendo sul versante delle auto elettriche che in Cina rappresenta un mercato molto importante.
Dopo la comunicazione di Foxconn alla Borsa di Taiwan, è arrivata la conferma anche da parte di Fca. Il gruppo automobilistico con una nota ha confermato infatti “di avere in corso discussioni con Hon Hai Precision (gruppo Foxconn) per la costituzione di una joint venture paritetica per lo sviluppo e produzione in Cina di veicoli elettrici di nuova generazione e l’ingresso nel business IoV (Internet of Vehicles)”.

SI VA VERSO UN ACCORDO PRELIMINARE

Le parti, precisa ancora la nota di Fca, “sono in procinto di firmare un accordo preliminare che disciplinerà le ulteriori discussioni intese al raggiungimento di un accordo vincolante e definitivo nei prossimi mesi. Non vi è tuttavia garanzia del fatto che tale accordo sarà raggiunto o lo sarà entro tale termine”.

FOXCONN È UNO DEI PRINCIPALI FORNITORI DI APPLE

Hon Hai Precision, produttore taiwanese di microchip, tramite la controllata Foxconn che è uno dei principali fornitori di Apple (ma anche Android), potrebbe creare con Fca una “società paritetica attiva nella componentistica per le auto a batteria – si legge su Mf-Milano Finanza -. In particolare il gruppo asiatico ha spiegato che nella joint venture Fca deterrà una quota del 50% mentre Hon Hai avrà direttamente il 40% delle quote e il restante 10% attraverso società controllate. Tra gli obiettivi dell’operazione c’è l’applicazione dell’Internet of Things al mondo dell’automobile”.

COMBINARE IL POTERE INNOVATIVO DI ENTRAMBE

Nel documento depositato da Foxconn presso la Borsa di Taiwan si spiega che Fca “ha convenuto di costituire una joint venture attiva nello sviluppo e nella produzione di veicoli elettrici e nella gestione di veicoli connessi’. E che con questa operazione sarà possibile ‘combinare il potere innovativo di entrambe le parti in ricerca, sviluppo e produzione di veicoli elettrici’”, si legge su Mf. In sostanza Fiat farà le auto e i taiwanesi della parte elettronica, hardware e software.

DA CHI VERRA’ GESTITA L’OPERAZIONE

“Nel dettaglio questa operazione verrà gestita principalmente dalle controllate del gruppo Fit Hon Teng che componenti per auto, e Fih Mobile che si occupa dell’assemblaggio di Smartphone Android. In questo progetto Fih Mobile fornirà le soluzioni software per le auto elettriche. Secondo il quotidiano finanziario Nikkei Fih Mobile ha rallentato la sua attività nel settore smartphone per concentrare risorse nel comparto automotive in maniera tale da poter controbilanciare il calo degli ordini di telefoni cellulari”.