Energie del futuro

Auto elettriche, Fca si dà una scossa con il Battery Hub di Mirafiori

auto elettriche

Il Battery Hub arriva a distanza di un mese dalla partnership di Fca con Terna ed con Enel X per le ricariche delle auto elettriche

Arriva un ulteriore passo in avanti nella strategia di elettrificazione per il gruppo Fiat Chrysler. Sarà infatti Mirafiori il nuovo “Battery Hub”, così è stato soprannominato, per l’assemblaggio di veicoli plug in. Il progetto prenderà il via nella prima parte del 2020 e comporterà, nella prima fase, investimenti iniziali per circa 50 milioni di euro.

GIA’ PARTITI A LUGLIO I LAVORI PER LA 500 ELETTRICA

Il primo assaggio della nuova strategia si era avuto a luglio con la partenza dei lavori per la realizzazione della catena di montaggio della 500 elettrica. Nello stabilimento di corso Tazzoli troveranno posto anche continue attività di formazione oltre che sperimentazioni sulle prestazioni delle batterie e test elettronici per il controllo di qualità di componenti forniti dai maggiori produttori leader nella mobilità elettrica.

PROCESSI MODULARI E AUTOMAZIONE GRAZIE AL PARTNER COMAU

Il centro di assemblaggio delle batterie sarà realizzato in partnership con la società di automazione industriale Comau, e potrà essere ampliato per includere altri progetti. Sarà caratterizzato da tecnologie all’avanguardia con processi modulari, flessibili e con robot collaborativi. Si prevede anche un’area per le attività di formazione e un processo pilota per le fasi di prototipazione e sperimentazione.

UN HUB PRONTO AD ALLARGARSI

Ma l’hub, nelle intenzioni di Fiat Chrysler, sarà destinato ad allargarsi. “L’industria dell’auto — ha detto Pietro Gorlier, chief operating officer della Regione Emea di Fca — sta cambiando profondamente e uno dei principali trend di cambiamento è legato proprio all’elettrificazione-. Grazie alla realizzazione del nuovo centro di assemblaggio di batterie a Mirafiori, Fca accelera la spinta verso l’elettrificazione aggiungendo un nuovo tassello all’’ecosistema’ che parte dalla filiera di fornitura per arrivare al supporto cliente. L’annuncio di oggi si va ad aggiungere alle numerose partnership siglate di recente sul fronte dell’infrastruttura di ricarica, dei servizi di Vehicle to Grid e quelli per la clientela delle vetture ibride e full electric, dall’Italia verso il resto del mondo”.

FCA PRONTA ALL’ELETTRIFICAZIONE

Il nuovo investimento per il polo di Mirafiori e Grugliasco, dove lavorano circa 20 mila persone, rientra nel piano di investimenti del gruppo per il 2019-2021 destinato a rinnovare la gamma di auto elettriche con 13 modelli nuovi o aggiornati e, soprattutto, ad avviare l’elettrificazione dell’offerta commerciale (sono previste 12 versioni elettriche di modelli nuovi o esistenti). In tale quadro, rientra la localizzazione a Mirafiori della 500 elettrica per le cui batterie Fca si è affidata a Samsung: sarà prodotta a partire dal secondo trimestre del 2020 grazie a un investimento da 700 milioni di euro che porterà all’impiego di circa 1.200 persone su una catena di montaggio con una capacità iniziale di 80 mila unità all’anno. Poche settimane fa il gruppo ha anche annunciato l’arrivo nel polo di Torino delle nuove GranTurismo e GranCabrio, i primi modelli Maserati ad adottare soluzioni 100% elettriche.

GLI ACCORDI CON TERNA ED ENEL X

Il Battery Hub arriva a distanza di un mese dalla partnership di Fca con Terna per la sperimentazione di una rete di ricarica intelligente con una flotta dimostrativa; e con Enel X per l’installazione di 700 colonnine per la ricarica di auto ibride, full electric e plug in.