Advertisement Skip to content
Luce

Bollette luce, Gusmeroli chiede un rinvio fino a fine anno per il rientro nel regime di tutela

Gusmeroli chiede di posticipare al 31 dicembre 2024 il termine di rientro nel mercato tutelato per le bollette luce

Si avvicina la data della fine del mercato tutelato del settore elettrico. Il 1 luglio, infatti, si passerà al libero mercato pur con il cuscinetto del Servizio a tutele graduali (Stg), pensato per ammorbidire il passaggio e che comunque, in questa fase, dovrebbe addirittura garantire prezzi inferiori a quelli dell’attuale sistema.

DAGLI STG STIMATI RISPARMI PER 130 EURO ALL’ANNO PER LA FAMIGLIA TIPO

Il meccanismo delle aste previsto per gli Stg garantirà infatti per i clienti domestici non vulnerabili un risparmio che, per la famiglia tipo, potrebbe attestarsi sui 130€/anno rispetto all’attuale servizio di tutela. Tanto è vero che si è parlato di “paradosso” visto che gli utenti che non hanno optato per il mercato libero si troverebbero ad avere delle condizioni economiche migliori rispetto a quelli sul mercato libero e rispetto ai consumatori domestici vulnerabili rimasti in maggior tutela.

GUSMEROLI: POSTICIPARE AL 31 DICEMBRE IL TERMINE PER IL RIENTRO NEL MERCATO TUTELATO DELLE BOLLETTE LUCE

Tuttavia, Alberto Luigi Gusmeroli, presidente della commissione Attivita’ produttive della Camera, e responsabile Fisco della Lega, ha depositato insieme ad Alberto Bagnai, vice presidente della commissione Finanze, una risoluzione per chiedere una proroga per il rientro in tutela: “Dopo più di due mesi di battaglie mie e della Lega, in piena sinergia con le associazioni dei consumatori, per difendere il diritto dei cittadini a una piena e adeguata informazione, che si traduce nella possibilità di essere consumatori consapevoli, oggi ho provveduto a depositare come primo firmatario una risoluzione in Commissione, a proposito della fine del mercato tutelato per l’energia elettrica fissato al 30 giugno”.

“Con questo provvedimento – ha spiegato Gusmeroli in una nota – si è chiesto di posticipare al 31 dicembre 2024 il termine di rientro nel mercato tutelato (richiesta formulata peraltro anche al ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin dopo la sua seconda audizione in commissione), prevedendo al contempo per tutti coloro che ancora si troveranno nel mercato libero di poter aderire al sistema a tutele graduali nel triennio 2024-2027: questo oltre ovviamente all’irrobustimento di una fattiva campagna di monitoraggio volta a prevenire pratiche commerciali aggressive e scorrette, da accompagnarsi a un potenziamento dell’attività informativa a beneficio del cittadino, specie se anziano o fragile. Voglio ricordare come nel nostro Paese una consistente fetta della popolazione manchi degli strumenti conoscitivi basici per poter gestire una pratica digitale. Per questo, con la risoluzione presentata oggi, ho richiesto di sensibilizzare Arera affinché presso lo Sportello del consumatore sia attivato un numero telefonico unico a cui rivolgersi con maggior facilità, oltre alla predisposizione di un modulo unico per tutti gli operatori energetici, facilmente scaricabile dal portale”, ha concluso Gusmeroli.

risoluzione Gusmeroli 7_00233

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.

Rispettiamo la tua privacy, non ti invieremo SPAM e non passiamo la tua email a Terzi

Torna su