Fact checking e fake news

Bollette, rischio rincari da recuperi tariffari. Interrogazione FI lancia l’allarme

Questi soldi dovranno essere recuperati in futuro sulle bollette dei consumatori; si stima che gli italiani abbiamo già maturato un aumento delle bollette elettriche che si aggira attorno al miliardo

Rischio rincari sostanziosi per le bollette di luce e gas quando si avvierà il percorso per recuperare le sforbiciate tariffarie volute dal Governo. L’allarme è stato lanciato da Arera ma è stato Nino Minardo di Forza Italia a presentare un’interrogazione alla Camera al presidente del Consiglio e ai ministri dell’Economia e dello Sviluppo economico sul rischio aumenti.

RINCARO FIGLIO DELLA VOGLIA DELLA POLITICA DI FRENARE, PER MOTIVI DI CONSENSO, I RINCARI DEL CHILOWATTORA

“C’è il serio rischio di un rincaro abbastanza sostanzioso delle bollette della luce e del gas che si tradurrebbe in un’altra mazzata per le famiglie italiane, figlia della voglia della politica di frenare, per motivi di consenso, i rincari del chilowattora indotti dagli andamenti di mercato. L’allarme è stato lanciato dall’autorità dell’energia Arera che, come spiega un articolo del Il Sole 24 Ore, ha dovuto delineare un percorso per recuperare le sforbiciate tariffarie volute dal Governo”.

SI STIMA UN RECUPERO CHE HA GIÀ RAGGIUNTO QUOTA UN MILIARDO

“Nell’ultimo anno – ha aggiunto Minardo – le bollette degli italiani hanno goduto del blocco dell’aumento che doveva essere del 12,5%, riducendolo al 6,5%, con l’impegno di un recupero a carico dei clienti in futuro. Rincaro tagliato di nuovo a settembre del 2018 rinviando, così, di un ulteriore trimestre il rialzo necessario degli oneri. Questi soldi dovranno comunque essere recuperati in futuro sulle bollette dei consumatori; si stima che gli italiani abbiamo già maturato un aumento delle bollette elettriche che si aggira attorno al miliardo. È una situazione che il Governo deve necessariamente affrontare intervenendo su un eventuale aumento considerevole delle bollette di elettricità e di gas che avrebbero, se implementate, gravi effetti negativi su cittadini ed imprese”, ha concluso Minardo.